COMUNICATO DELLA SOCIETA'

In seguito agli articoli apparsi in questi giorni su quotidiani e siti internet relativi alle accuse di molestie su minori per le quali è indagato a piede libero senza restrizioni l'allenatore Davide Andreani, la Società intende precisare quanto segue:


- i fatti per i quali è indagato l'allenatore sono avvenuti ad un Camp di Massa Carrara nello scorso mese di luglio (Camp NON organizzato da Orago);
- l'allenatore Davide Andreani NON è tesserato per Orago. E' stato ingaggiato come aiuto allenatore su competenti segnalazioni di referenti la Federazione ed ha iniziato l'attività ad Orago solo dal mese di settembre 2019;
- nelle poche settimane di attività non è stato rilevato nulla di anomalo nè ci è stato segnalato nulla di irregolare o scorretto da parte di atlete e/o genitori;
- la società è venuta a conoscenza delle indagini nella giornata di giovedi 10 ottobre e, dopo aver sentito l'allenatore, venerdi 11 ottobre ha deciso di sospenderlo da ogni attività presso la società, al solo scopo di tutelare le proprie atlete da qualsiasi coinvolgimento in questa vicenda e garantire la massima tranquillità per le famiglie.
- una decisione presa certamente non per accusare o additare l'allenatore la cui posizione deve essere chiarita ed è ancora al vaglio della magistratura.

Ribadiamo il fatto che la società ORAGO NON ha nulla a che vedere con i fatti incriminati a nessun titolo (come invece sembra trasparire da alcuni articoli di stampa) e qualsiasi strumentalizzazione sarà oggetto di querela.

Orago li 14 ottobre 2019


IL CONSIGLIO DIRETTIVO