Week-end quasi perfetto con 6 vittorie e 1 sola sconfitta. Spicca naturalmente l'importante successo della SERIE B1 in casa Pro Patria, un 3 a 1 che consente alla squadra di coach Bardelli di fare un balzo in classifica  raggiungendo la nona posizione.
Bene anche tutte le Under impegnate (13A-14A-16B), la SERIE D Besnate (ora a un passo dalla testa della classifica) e la 1° DIVISIONE/U14 che mantiene l'imbattibilità anche in trasferta e con

Week-end intensissimo di gare (ben 11 gare in programma) e bilancio quasi al limite della perfezione con 9 vittorie e 2 sole sconfitte.

Iniziamo il racconto dall'impresa della SERIE B1 che alla 4° giornata di Campionato riesce nell'impresa di vincere contro una squadra che per nomi e blasone sembra scesa provvisoriamente dalla serie A. 
Invece le nostre ragazzine, in maniera sfrontata e senza timori reverenziali hanno combattuto e sofferto sino ad un finale al cardiopalma che le ha viste prevalere per 3 a 2 tra il tripudio dei sostenitori locali.

Prestigiosa collaborazione per la nostra Società con un Marchio che fa tendenza come Woolrich. Accordo cercato e voluto dal nuovo Direttore Marketing della società Stefano Serugeri.
 
Penn-rich Woolrich per Volley Orago

Woolrich, azienda leader nel mondo dello sportwear, sceglie di vestire per il tempo libero, con il Brand Penn Rich, le giovani atlete del Volley Orago, compagine leader del Volley giovanile.

Partiamo a commentare la settimana di gare appena trascorsa puntando i fari sui sorprendenti risultati della 1° Divisione che, ricordiamo, giochiamo con la squadra Under 14. Bene, le nostre piccoline non finiscono di stupire e, nella 2° giornata di campionato vanno ad espugnare (1-3) il campo di una delle pretendenti alla promozione; Uboldo.

Partiamo a commentare le gare disputate negli ultimi giorni partendo dalla bella vittoria di lunedi a Busto nel 3° turno del girone di "eccellenza" di Under 18. Una prestazione convincente che ha portato in dote un 3 a 0 ancora più netto di quanto non dica il punteggio con la nostra squadra che raramente ha lasciato il pallino del gioco in mano alle bustocche.