Ufficializzato dalla Fipav lo sbarco in SERIE B1, presentiamo le due nuove schiacciatrici e il programma per la ripresa allenamenti

Terminato il periodo consentito per il passaggio dei Titoli di B1 e B2 la FIPAV ha ufficializzato il 30 luglio l'elenco delle 60 società in organico di B1 tra le quali c'è naturalmente ORAGO. Ora tutte le società hanno tempo sino al 10 agosto per iscriversi al campionato e, solo allora, capiremo se tutte e 60 saranno in organico o occorrerà procedere ai ripescaggi.

Come detto i gironi saranno 5 da 12 squadre ciascuno e se non ci saranno sorprese e/o ripensamenti il girone "A" dove molto probabilmente sarà inserita la nostra squadra è praticamente già fatto con 7 squadre lombarde : ORAGO-LECCO-ALBESE CO-LEMEN BG-TRESCORE BG-NOVATE MI-V7 MI e 5 squadre piemontesi: BIELLA-SETTIMO TO-PARELLA TO-ACQUI T.AL-TRECATE NO. Queste se la Fipav seguirà criteri di vicinorietà, come ha sempre ribadito, se no potrebbero esserci alcuni scostamenti riguardanti Cremona, Piacenza o Genova.  Vedremo dopo il 10 agosto.
Comunque sia sarà un girone con ben 5 squadre giovani e logisticamente non molto impegnativo.  

Come sottolineato nello scorso articolo la ricerca di schiacciatrici è quasi terminata e siamo felici di ufficializzare l'arrivo di due nuove atlete. Si tratta della 2004 REBECCA MILIANI, in arrivo dal Volley Cecina LI e della più esperta ISABELLA ROSSI, schiacciatrice ventitreenne con trascorsi in Serie B1 e B2 (Casale M., Todi, Perugia, Firenze, Acqui T. Belluno, Bolzano) e che, naturalmente, sarà utilizzata in B1 per aiutare le giovani in una categoria così difficile. 

Per quanto riguarda la SERIE B1 la Società ha deciso di disputare le partite casalinghe la domenica pomeriggio alle ore 17,30, mentre la SERIE C rimarrà sempre la domenica mattina ore 10,30 in alternanza con la Serie B1.
La preparazione per tutte le atlete inizierà VENERDI 28 agosto ore 18,00 poi sabato 29 agosto ore 15,30 e dopo la domenica di riposo, da lunedi 31 agosto inizierà il doppio allenamento giornaliero sino all'inizio della scuola.

Programmi che, naturalmente, dovranno essere confermati e/o modificati in funzione dei protocolli stabiliti da Governo, Regioni, Comuni e Fipav.