Il Punto sui Play-off di Serie B1 e B2, del 5 giugno 2017

IL PROGRAMMA INFRASETTIMANALE DI MERCOLEDI 7 GIUGNO IN B1 E B2
PLAY-OFF PROMOZIONE SERIE B1 – FINALI GARA DUE
Bre Banca San Bernardo Cuneo – Cda Volley Talmassons Ud, mercoledi 7 giugno ore 20,30: Piera Usai di Milano e Elena Viscardi di Lodi.
Olimpia Cmc Ravenna - Acca Montella Avellino, mercoledi 7 giugno ore 20,30: Matteo Donati di Milano e Carlo Micali di Pavia.

PLAY-OFF PROMOZIONE SERIE B2 –
CONCENTRAMENTO < W > – FINALE GARA UNO
Pavic Romagnano Sesia No - G.S.M. Mondial Carpi Mo, mercoledi 7 giugno ore 20,30: Maria Luisa Traversa di Bari e Giuseppe Di Martino di Bari.

CONCENTRAMENTO < X > - FINALE GARA DUE

Ambra Cavallini Pontedera Pi – Pierlalisi Volley Jesi An, mercoledi 7 giugno ore 21,00: Davide Miceli di Modena e Federico Scarpulla di Bologna.

CONCENTRAMENTO < Y > - FINALE GARA DUE

L.Wind Granfruttato Trevi Pg - Volley Cave P.I. Rm, mercoledi 7 giugno ore 20,30: Roberto Aliberti di Caserta e Alessandro D’Argenio di Avellino.

 
PLAY-OFF PROMOZIONE SERIE B1 – TERZA FASE, GARA TRE
Bre Banca San Bernardo Cuneo – Volley Adro Monticelli: 3 – 1 ( 24-26; 25-15; 25-23; 25-22 ). REALIZZATRICI – CUNEO: Borgna 17; Millesimo 16; Valli 15; Erica Giacomel 14; Aliberti 8; Bonifazi e Baiocco 2. MONTICELLI: Coulibaly 18; Moretto 14; Francesca Fava 12; Stroppa 9; Tajè e Pistolato 7; Bortolot 3; Teli 2; Milani 1.

Cuneo – Volley Adro Monticelli: 3 – 1
Al Pala BreBanca, dopo oltre due ore di gioco in una sfida che ha visto le padrone di casa lucide nei momenti chiave, il Cuneo di Maurizio Conti e Domenico Petruzzelli ha superato nella “ bella “ delle semifinali il Monticelli di Emanuele Sbano e si è assicurata il pass per la finalissima playoff che potrebbe coronare un sogno chiamato A2 coltivato per tutta la stagione. L’ultimo avversario sulla strada delle bianco rosse della provincia < Granda > sarà il Talmassons che essendo arrivata seconda nel girone < B > potrà godere dell’eventuale gara-3 in casa.
Dopo il brutto ko in terra lombarda, il Cuneo dunque si rialza e vince 3-1 in un match quasi fotocopia di gara-1: di nuovo in rimonta, di nuovo sotto 0-1 e con un secondo set dominato, per finire con una durissima lotta punto a punto negli ultimi due parziali chiusi di stretta misura.
C'è voluto tanto cuore laddove la continuità è spesso mancata all'interno degli stessi set: in mezzo la prova mostruosa di Millesimo, soprattutto negli ultimi due giochi, la solità affidabilità di Borgna e Valli e l'apporto ancora decisivo di Aliberti e Baiocco dalla panchina. Tra le franciacortine tre atlete in doppia cifra, tra cui una Sali Coulibaly mostruosa nella frazione d’apertura; non sono bastate per approdare in finale.
Ad appena tre giorni dalla trasferta bresciana, coach Maurizio Conti rimescola le carte, riportando Borgna in banda con Giacomel, Millesimo e Soriani centrali, Bonifazi in regia, Valli opposta e Lara Brero libero.
Senza l'infortunata Berlassini, Sbano risponde schierando Bortolot in regia, Stroppa sulla diagonale; Fava e Tajè al centro, Pistolato e Coulibaly attaccanti di posto 4 e Torrese libero.
In avvio di partita buona partenza ospite, con Coulibaly e Stroppa subito nel vivo: l'ace dell'opposto vale il 2-5. Cuneo si affida a Borgna, già due volte a segno, che firma il -1 ( 6-7 ). Tajè alza troppo il primo tempo e manda fuori: al time out tecnico è 7-8 con il mani out di Pistolato da posto 4. Il set resta equilibrato anche nel prosieguo: l’ ace con l'aiuto del nastro di Millesimo, vale il pari a 10.
Adro tiene alto il livello dei propri centrali a muro ed in attacco: un primo tempo vincente di Fava, poi Coulibaly consentono un nuovo allungo alle franciacortine ( 11-14 ) con coach Conti che sfrutta il primo discrezionale. Dopo essersi trovate sotto di 4 punti, le padrone di casa riescono a riaccorciare grazie ad un muro di Bonifazi a chiusura di un lungo e tirato scambio ( 14-15 ) e alla seconda sosta programmata il risultato dice 14-16.
Sul 14-17 Conti butta nella mischia Aliberti per Soriani, ma l’ ace di Coulibaly vale il nuovo + 4 delle ospiti ( 14-18 ). Le Lombarde gestiscono però male il nuovo vantaggio, ed a causa di tanti errori in attacco, Cuneo si ritrova ancora a ridosso, 18-19 e questa volta è Sbano a chiamare a raccolta le sue ragazze. Nella parte finale, nella squadra di casa in campo anche Baiocco per Giacomel, ed il muro di Valli-Millesimo regala la nuova parità a Cuneo, 20-20. In un finale di set palpitante e dopo aver a lungo rincorso, Cuneo scatta a +3 ( 23-20 ), ma altrettanto rapidamente viene ripresa e superata da Coulibaly che trascina le compagne sul 23-24. Millesimo annulla il set ball (24-24), Valli spara out il pallone del possibile set ball al termine di un altro scambio faticoso, 24-25. Una scatenata Coulibaly ( primo set da 8 punti, saranno 18 alla fine ) chiude i conti, con un gran muro, 24-26.
Ad inizio secondo gioco Cuneo prova a scuotersi e infila un secco 4-0 iniziale con Sbano che ferma subito il gioco. Il parziale prosegue sul servizio di Bonifazi: muro di Borgna e 6-0 prima che Moretto fermi l'emorragia con due punti di fila ( 7-2 ). Dopo la prima sosta tecnica sull’8-2 le indigene continuano a spingere con Valli ( 10-3 ) che costringe Sbano a ricorrere al secondo discrezionale. Il rientro in campo non è però dei migliori perché l’ ace di Millesimo vale l’11-3. Nella parte centrale del game, Cuneo rallenta e con un break di 2-6 le ospiti ricuciono 14-9 e Conti decide di affidarsi al time out. Valli in lungolinea rimette in moto le padrone di casa e lascia il posto a Baiocco ( 15-10 ) e piemontesi che vanno alla seconda sosta con un più rassicurante 16-10. Ace della stessa Baiocco, Cuneo torna a volare ed allunga, mettendo al sicuro il set. Finale sul velluto: magia di Bonifazi, con finta di palleggio e palla a terra, seguito da ace di Aliberti, 21-11. Cuneo che ha 10 set ball a disposizione ( 24-14 ) alla seconda occasione utile arriva il pareggio con un netto 25-15.
Adro prova a rimettersi in partita dopo la scoppola del 2° set: inizio buono delle ospiti, avanti 2-4 con l'ace di Moretto. Dall’altra parte, Erica Giacomel si accende per la prima volta nel match e capovolge il punteggio sul 5-4. La gara torna fondamentalmente sui binari del primo gioco: Valli incrocia bene, Cuneo avanti di misura al time out tecnico ( 8-7 ). Monticelli torna ad alzare la pressione sopra la rete, con Cuneo che patisce e va sotto, 10-13. Controbreak immediato, che permette a Bonifazi e compagne di non perdere terreno: l'ace di Millesimo rimette in equilibrio il punteggio, 14-14, ma non cancella i problemi di questa fase. Coulibaly prima attacca, poi colpisce in battuta, 14-16. Set altalenante a dir poco: sul 15-18 Conti si affida nuovamente a Baiocco per Valli, Cuneo ritrova slancio e, con un muro pesante di Millesimo, si fa sotto ( 18-19 ), Moretto attacca a rete ed è nuovamente pari a 19 prima che Borgna firmi il sorpasso sul 20-19. Dopo il time-out ospite; ancora Borgna, poi un muro di Giacomel-Millesimo vale il 22-20. Finale emozionante con Cuneo che la spunta: applausi scroscianti quando un miracoloso salvataggio in compartecipazione fra Bonifazi e Brero favorisce il successivo muro ancora targato Millesimo-Giacomel che regala tre set ball alle locali: Adro ne annulla due, ma Millesimo concretizza la terza col punto del 25-23.
Nel quarto e ultimo gioco avvio ancora in equilibrio, ma con una Millesimo che non si ferma dopo un grande finale di terzo set ( saranno 16 a referto ): suo il 5-4. Riemerge Valli dopo aver visto dalla panchina gli ultimi scambi del gioco precedente: due attacchi vincenti consecutivi, 8-6. Monticelli non molla e con un 1-5 di parziale mette il muso acanti, con Coulibaly e Fava tornate efficaci, 9-11. Sul 9-12 si rivede Soriani in campo, che lascerà ancora posto ad Aliberti. Ospiti a +4 coach Conti chiama subito time out ( 9-13 ). Arriva la reazione: Borgna e Giacomel fanno male, 12-13 e stop chiesto da Sbano. Adro si dimostra grande squadra e respinge subito l'assalto: il muro di Bortolot porta le due compagini alla seconda sosta programmata sul 12-16. Cuneo non molla la presa, sali-scendi continuo in questo set, 4-0 di break e 16-16. Millesimo griffa il sorpasso con un tocco in precario equilibrio che beffa la difesa bresciana ( 17-16 ). La centrale cuneese è in un momento di furia agonistica: altro muro stampato alle avversarie, 19-16. Tensione e proteste in casa bresciana, vola un cartellino giallo per un componente della panchina. Nel finale si gioca sui nervi, l'ace di Teli vale il -1 ospite ( 20-19 ) con conseguente time out chiamato da Conti. Polemiche che intanto proseguono: Pistolato attacca forse in campo ma non per l'arbitro; fra le proteste lombarde è 21-19 e poi 22-19 con penaly point per l'espulsione a Baldi. Adro sbanda, Aliberti inchioda il muro che vale tre match ball, dopo due annullati, ancora Aliberti in fast mette il punto esclamativo finale.
< Abbiamo ritrovato - dichiara alla fine il coach cuneese Maurizio Contila caratteristica che da un mese ci contraddistingue: non pensiamo alle cose che non funzionano, ma andiamo avanti per la nostra strada. Di solito non sono mai ottimista a priori, però domenica sono andato via da Brescia con un'immagine precisa nella testa: gli occhi lucidi di Enrica ( Borgna, ndr ) quando le ho detto che non l'avrei rischiata viste le sue precarie condizioni fisiche. Vedere in lacrime una giocatrice per non poter giocare è un segnale importante, e vuol dire che la base 'cuneese' della squadra è buona. Sapevo che in questo palazzetto le ragazze avrebbero dato tutto e così è stato. Adesso un passo alla volta. Siamo in finale e dovremo vincere due gare, esattamente come le nostre rivali. Nell'ultimo periodo la qualità di questa squadra è quella di avere giocatrici intercambiabili, diverse variazioni tattiche, e questo è il nostro asso nella manica >.

PLAY-OFF PROMOZIONE SERIE B2

CONCENTRAMENTO < W >

CONCENTRAMENTO < W > - SEMIFINALI GARA TRE
Abo Offanengo Cr – G.S.M. Mondial Carpi Mo: 3 – 2 ( 23-25; 25-18; 23-25; 25-23; 15-12 ). REALIZZATRICI – OFFANENGO: Lodi e Ginelli 20; Rettani 15; Fontanari 10; Rancati 9; Bocchino 8; Sghedoni 3. CARPI: Bulgarelli 17; Faietti 16; Natali 13; Pini 12; Campana 5; Galli Venturelli 2. ARBITRI: Roberto Russo di Savona e Luigi Peccia di La Spezia.
Pavic Romagnano Sesia No - Brembo Volley Team Bg: 1 – 3 ( 19-25; 25-20; 24-26; 21-25 ). REALIZZATRICI – PAVIC ROMAGNANO: Ndoci 22; Volpi Spagnolini 21; Simonetta 9; Vaccari 6; Bettini e Baldone 2; Pieroni 1. BREMBO: Cassis 25; D’Agata 16; Lorenzi 9; Bertocchi e Signorelli 8; Capoferri 7; Sala 2; Colantuoni 1.

CONCENTRAMENTO < Y >
CONCENTRAMENTO < Y > - SEMIFINALI GARA TRE
Volley Cave P.I. Rm- Sebilot Manfredonia Fg: 2 – 3 ( 26-24; 20-25; 22-25; 25-23; 8-15 ). REALIZZATRICI – CAVE: Longobardi e Massani 15; Afeltra 14; Giglio 4; Casella 3; Volpe 2. MANFREDONIA: Stefania Liguori e Barbaro 16; Vinciguerra 11; Roberta Liguori 9; Mileno 7; Padula 3.
Nelle semifinali dei play-off di B2 ( più verosimilmente come più volte detto e ripetuto si trattava di una sorta di < finali uno > ), dopo la promozione in terza serie di San Giovanni Natisone, Blu Quarrata Pistoia e Fiamma Torrese che in due partite hanno superato rispettivamente Ambra Cavallini, Jesi e Trevi; nelle tre “ belle “ hanno guadagnato la promozione in B1 Offanengo, Brembo e Manfredonia.
Alle cremonesi di Giorgio Nibbio in un Pala Coim gremito, ci sono volute quasi tre ore di partita per avere la meglio sul Carpi di Davide Fulgeri portatosi due volte in vantaggio, sempre ripreso e poi definitivamente superato con un 15-12 al quinto set.
A Romagnano Sesia in una serie di tre partite dove sono sempre uscite vittoriose le squadre che giocavano in trasferta; il Brembo si è imposto 1-3 sul Pavic Romagnano ed ha ottenuto il salto in B1.
Infine, il Cave; dopo aver perso in tutto 2 partite nell’arco della stagione regolare, e dopo essere passato in vantaggio nella serie contro il Manfredonia, ha ceduto gara due in trasferta e poi gara tre in casa al tie-break al termine di quattro game combattuti e un più netto 8-15 al quinto decisivo set.

PLAY-OFF PROMOZIONE SERIE B1 – FINALI GARA UNO
Cda Volley Talmassons Ud – Bre Banca San Bernardo Cuneo: 3 – 2 ( 25-12; 15-25; 19-25; 25-14; 20-18 ). REALIZZATRICI – TALMASSONS: Letizia Poser 20; Cozzo 15; Rizzetto 12; Perrone 10; Giora 5; Nardini e Aurora Poser 2. CUNEO: Valli 21; Borgna 18; Erica Giacomel 10; Aliberti 8; Millesimo 7; Bonifazi 4; Soriani 1. ARBITRI: Giorgia Adamo di Roma e Serena Salvati di Roma.

Acca Montella Avellino – Olimpia Cmc Ravenna: 1 – 3
( 25-22; 22-25; 17-25; 22-25 ). REALIZZATRICI – ACCA MONTELLA: Diomede 12; Alessandra Ventura e Mauriello 11; Boccia 10; Piscopo 6. CMC RAVENNA: Neriotti 24; Babbi e Assirelli 15; Peretto e Rossini 9; Benazzi 5; Lancellotti 3. ARBITRI: Alessio Fini di Milano e Paolo Scotti di Cremona.

Talmassons – Cuneo: 3 – 2
Dopo oltre due ore di gioco culminate in un tie-break al cardiopalma, con match point da entrambe le parti, il Talmassons di Stefano Castegnaro e Francesca Terasso supera il Cuneo di Maurizio Conti e Domenico Petruzzelli e come minimo si è garantito la possibilità di giocare gara tre nuovamente davanti al proprio pubblico domenica prossima.
Per le piemontesi, la partita di mercoledi sera al Pala Bre Banca assume invece un punto di non ritorno, Valli e compagne dovranno infatti ottenere la vittoria a tutti i costi, in caso contrario, se dovessero imporsi le friulane, saranno proprio loro a salire in serie A2 semza bisogno di ricorrere alla gara di spareggio.
Gara uno giocatasi domenica scorsa in terra friuliana è stata per certi versi un po’ “ strana “, nel senso che i primi quattro set hanno avuto una o l’altra squadra come padrona, mentre il tie-break decisivo è stato il set più combattuto dell’intera partita.
Apertura di gara 'timorosa' da parte delle cuneesi che stentano soprattutto nel fondamentale della ricezione: dopo l'8-4 al primo time out tecnico, il turno in battuta di Letizia Poser ( 6-0 ) spinge le padrone dirette al 16-7 della seconda sosta. Conti manda in campo Montefameglio, Baiocco e Aliberti ma la prima frazione si chiude con Giora e compagne avanti per 25-12.
Parti invertite nella seconda frazione che vede Bonifazi e compagne riprendere in mano le redini del match: la ricezione risponde bene agli attacchi e, dopo il 6-8 iniziale, Cuneo accelera sino al 9-16. Sul 10-18 coach Castegnaro richiama in panchina le sue ragazze, ma il time out non porta gli effetti auspicati: Cuneo pareggia il conto dei set, vincendo 15-25.
Il terzo set rivede protagoniste le friulane con un secco 6-2 iniziale, arginato dall'immediata sosta richiesta da coach Conti. La reazione delle biancorosse giunge dopo il primo t.o. tecnico ( 8-4 ), quando le cuneesi pareggiano a quota 13 per poi portarsi avanti al secondo stop: 15-16. La frazione diventa determinante, nel caldo palazzetto di Talmassons, con le ospiti che spingono bene in battuta e chiudono a muro le rivali: 19-25 il finale. Il quarto parziale vede le padrone di casa ripartire col giusto piglio ( 4-0 ) mantenendo il divario anche al primo t.o. tecnico: 8-4. Il margine aumenta e coach Conti cerca di interrompere la serie sul 14-7, ma lo stop non ha l'effetto desiderato, anche per merito dei turni in battuta di Letizia Poser. Con Borgna richiamata in panchina per un po' di riposo, Cuneo cede il set sul 25-14.
Al quinto e decisivo set è il CDA a prendere il largo in avvio ( 4-0 ) e coach Conti chiama time out: il turno in battuta di Valli prima ed il primo tempo di Aliberti poi, portano al pareggio ( 4-4 ). Al cambio campo le friulane avanti 8-6. La parità giunge con un attacco di Enrica Borgna: 11-11. Dopo due punti consecutivi di Cozzo e compagne, Conti ferma nuovamente il gioco sul 13-11. Cuneo riparte, il mani fuori di Borgna ristabilisce l'equilibrio: 13-13. Arrivano il primo match point per le padrone di casa, prontamente annullati dalle cuneesi. La prima palla del match per le biancorosse giunge sul 18-19 con un attacco di Valli, ma si spreca con un errore in battuta. Il punto decisivo giunge sul 20-18, proprio grazie alla 'solita' insidiosa battuta di Letizia Poser, davvero determinante in questo fondamentale. < E' difficile spiegare questo approccio - dichiara il coach cuneese Maurizio Contidomani ci guarderemo nuovamente negli occhi e cercheremo di capire che ciascuono deve fare la sua parte, anzi di più... Abbiamo perso proprio nelle situazioni preparate: difesa e pallonetto. Una situazione mentale e non tecnica. La squadra ha dimostrato di avere reazione, dobbiamo rimanere unite, compatte. Dobbiamo tornare a giocarcela qua. La gara ha dimostrato che possiamo farlo, è una squadra alla nostra portata... se giochiamo da Cuneo! >.

Acca Montella Avellino – Olimpia Cmc Ravenna: 1 - 3
L’Olimpia Cmc Ravenna di Marco Breviglieri si aggiudica in rimonta la gara di andata della finale playoff disputata a Cassano Irpino, superando in quattro set le avellinesi dell’Acca Montella Avellino di Dino Guadalupi.
Tra le ravennati sugli scudi in particolare la centrale Neriotti, top scorer del match con 24 punti, tra cui otto muri, mentre brillano anche l’altra centrale Assirelli e capitan Babbi, autrici entrambe di 15 punti.
Nel primo set Il primo strappo è di Montella, che piazza un break di 6-0 grazie alle giocate di Mauriello e Boccia e poi mantiene inalterato il gap sul 14-8. Tra le ospiti fa il suo ingresso Peretto al posto di Rossini, mentre Babbi risponde con il punto del 14-11 e poi firma il pari a 15. Le due formazioni restano a stretto contatto fino al 21-21, quando Cione e Diomede scavano quel piccolo gap ( 23-21 ) sufficiente alle irpine per aggiudicarsi la frazione, con Babbi che sbaglia l’attacco sul primo set ball: 25-22.
Ad inizio secondo gioco Neriotti mette a terra due punti di fila per il 6-9 delle ravennati, che continuano la loro marcia con Neriotti e Babbi: 8-13. Benazzi sbaglia un attacco e un’alzata ( 11-13 ) e viene sostituita da Peretto, che allontana di nuovo le padrone di casa: 11-16. Mauriello non molla ( 13-16 ), ma Rossini spinge sul 13-19 l’Olimpia Cmc, che pareggia il conto dei set alla seconda occasione con il muro di Assirelli: 22-25. Nel terzo set l’accelerazione della squadra di Breviglieri passa dalle mani di Peretto, Rossini e Lancellotti e frutta un break di 6-0 ( 6-12 ), mentre Neriotti e Babbi scavano un solco ancora maggiore: 10-18. Peretto e Babbi tengono a distanza di sicurezza l’Acca e ci pensano Neriotti con un ace e Assirelli con un altro muro a firmare il sorpasso nel conto dei set: 17-25.
L’ultimo segmento di gara, almeno all’inizio è il parziale più equilibrato, con il primo tentativo di fuga tentato dalle ravennati ( 14-16 con Assirelli ), subito però rintuzzato da Diomede: 17-16. Neriotti, Peretto e Benazzi non ci stanno e piazzano un break di 0-5 per il 17-22 delle biancoblù. Gli arbitri si rendono protagonisti di un paio di decisioni dubbie, favorendo la rimonta dell’Acca, che però si ferma sul 22-23. Neriotti infatti stampa l’ennesimo muro del match e subito dopo è Mauriello con una schiacciata lunga a regalare la vittoria all’Olimpia Cmc che mercoledi sera al Pala Costa avrà l’occasione di chiudere i conti e raggiungere le cugine della Teodora in A2.


PLAY-OFF PROMOZIONE SERIE B2 – FINALI GARA UNO
CONCENTRAMENTO < X > - FINALE GARA UNO
Pieralisi Volley Jesi An - Ambra Cavallini Pontedera Pi: 1 – 3 ( 25-14; 24-26; 20-25; 23-25 ). REALIZZATRICI – JESI: in aggiornamento. PONTEDERA: Genovesi 20; Buggiani 19; Chini 13; Donati 11; Meucci 6; Sostegni 1. ARBITRI: Claudio Bolognesi di Roma e Giulia Giorgio Olivieri di Rieti.

CONCENTRAMENTO < Y > - FINALE GARA UNO

Volley Cave P.I. Rm - L.Wind Granfruttato Trevi Pg: 3 – 0 ( 25-21; 25-23; 25-8 ). REALIZZATRICI – CAVE: Longobardi 16; Afeltra e Fedeli 9; Giglio 7; Casella 6. TREVI: Capezzali e Casareale 8; Favoriti 7; D’Ercole 4; Muzi 3; Campana 1. ARBITRI: Filippo D’Amico di Messina e Maurizio Venuti di Messina.
Nelle < gara uno > di finale che si completeranno mercoledi sera con Pavic Romagnano – Carpi; il Pontedera corsaro a Jesi ( 1-3 ) e il Cave ( vittorioso internamente 3-0 col Trevi ), si sono portate in vantaggio nella serie e mercoledi sera avranno la possibilità di chiudere i conti ottenendo la promozione in B1.