Il Punto sui Play-off di Serie B1 e B2, del 22 maggio 2017

CUS COLLEGNO TO e TEODORA RAVENNA CENTRANO LA PROMOZIONE IN SERIE A2
Se caso mai non lo fossero ancora stati, in questa settimana i play-off di serie B1 e B2 entrano pienamente nel vivo.
Dopo la promozione in serie A2 delle quattro vincenti dei rispettivi gironi ( Lodi, Sorelle Ramonda Montecchio, Orvieto e Santa Teresa Messina ), del Collegno e Teodora Ravenna, corsare domenica scorsa a Talmassons e Avellino contro l’Acca Montella; per ciò che concerne la serie B1, rimangono da stabilire ancora due promozioni in serie A2.

Col fattore campo a favore, in quanto seconde classificate nei rispettivi gironi al termine della stagione regolare; lo stesso Talmassons e l’Acca Montella Avellino hanno ora un’altra possibilità di promozione e anche due settimane per tirare un po’ il fiato e recuperare le energie.
Friulane e avellinesi torneranno infatti in campo nel week-end tra sabato 3 e domenica 4 giugno ( più probabile la seconda data ) per < gara-uno > della quarta e ultima fase; mercoledi 7 giugno è prevista < gara due >; mentre al più tardi sabato 10 ( oppure domenica 11 ) è prevista l’eventuale < gara tre > che chiuderà ufficialmente la stagione agonistica 2016-2017.
Le talmassonesi incontreranno la vincente di Cuneo-Monticelli; le avellinesi quella tra il Perugia e l’Olimpia Cmc Ravenna; queste gare si giocheranno mercoledi 24 e sabato 27 maggio con l’eventuale < gara tre > prevista per mercoledi 31 maggio.
Per ciò che riguarda invece la serie B2, dove hanno preso inizialmente parte 12 compagini, di cui 6 già eliminate; a partire da mercoledi sera entreranno in gioco le migliori sei seconde; nel concentramento < W > si tratta del Pavic Romagnano Sesia e dell’ Offanengo; nell’ < X > dell’Ambra Cavallini Pontedera e dello Jesi, mentre per ciò che riguarda l’< Y > si tratta del Cave e della Fiamma Torrese.
Queste 6 compagini saranno abbinate alle 6 che hanno superato il primo turno, e delle 12 rimaste tutt’ora in gioco, solo 3 non festeggeranno il salto di categoria, mentre le altre 9 formazioni verranno promosse in serie B1.
Tra mercoledi 24 e sabato 27 maggio ( al massimo mercoledi 31 maggio in cui è calendarizzata l’eventuale < gara tre > ), arriveranno già mezza dozzina di verdetti in quanto sono previste le 6 semifinali, che più che tali saranno una sorta di < finale-uno >.
Le vincenti saranno infatti subito promosse in terza serie nazionale; le 6 perdenti avranno ancora una possibilità ( chiamiamola finale di riparazione ) da cui scaturiranno le ultime 3 promozioni in serie B1.
Iniziamo dunque la puntata odierna col presentarvi il programma della settimana inerente ad ambedue le categorie con tanto di date, orari e direttori di gara.
Scorrendo nell’articolo, troverete i resoconti delle < gara due > della prima e seconda fase di B1; delle sei < gara due > e delle tre < gara tre > della B2.
Sperando come sempre di farvi cosa gradita, auguriamo a tutti quelli che avranno il piacere di farlo; una serena e interessante lettura.

MERCOLEDI 24 MAGGIO GARA UNO DELLA TERZA FASE DI B1 E DELLE SEMIFINALI DI B2,
PLAY-OFF PROMOZIONE SERIE B1 – TERZA FASE, GARA UNO
Bre Banca San Bernardo Cuneo – Volley Adro Monticelli Bs, mercoledi 24 maggio ore 20,30: Vito Angiulli di Bari e Giuseppe Mastronicola di Bari.
Olimpia Cmc Ravenna – Tuum Perugia Volley, mercoledi 24 maggio ore 20,30: Gianfranco Plantamura di Milano e Giuseppe Fichera di Brescia.

PLAY-OFF PROMOZIONE SERIE B2

CONCENTRAMENTO < W >
CONCENTRAMENTO < W > - SEMIFINALI GARA UNO
Abo Offanengo Cr – G.S.M. Mondial Carpi Mo, mercoledi 24 maggio ore 20,30: Dario Dello Stritto di Napoli e Luigi Pitzalis di Udine.
Pavic Romagnano Sesia No – Brembo Volley Team Bg, mercoledi 24 maggio ore 20,30: Francesco Elia Guacci di Pisa e Francesco Scialpi di Pisa.

CONCENTRAMENTO < X >
CONCENTRAMENTO < X > - SEMIFINALI , GARA UNO
Ambra Cavallini Pontedera Pi – Est Volley San Giovanni Natisone Ud, mercoledi 24 maggio ore 21,00: Patrizio Pastore di Varese e David Kronaj di Varese.
Pieralisi Volley Jesi An – Blu Volley Quarrata Pt, mercoledi 24 maggio ore 20,30: Giuseppe Dimartino di Bari e Domenico Vito Cantore di Bari.

CONCENTRAMENTO < Y >
CONCENTRAMENTO < Y > - SEMIFINALI GARA UNO
Volley Cave P.I. Rm – Sebilot Manfredonia Fg, mercoledi 24 maggio ore 20,00: Roberto Albonetti di Grosseto e Luca Giannini di Grosseto.
C.M.O. Fiamma Torrese Na – L. Wind Grafruttato Trevi Pg, mercoledi 24 maggio ore 20,30: Francesco Di Maria di Brindisi e Francesco Mastrogiovanni di Brindisi.

SABATO 27 MAGGIO SI REPLICA CON GARA DUE A CAMPI INVERTITI.
PLAY-OFF PROMOZIONE SERIE B1 – TERZA FASE, GARA DUE
Volley Adro Monticelli Bs – Bre Banca San Bernardo Cuneo, domenica 28 maggio ore 18,00: Paolo Libardi di Bologna e Tiziana Solazzi di Rimini.
Tuum Perugia Volley – Olimpia Cmc Ravenna, sabato 27 maggio ore 20,30: Alessandro Di Bella di Palermo e Antonino Galia di Trapani.

PLAY-OFF PROMOZIONE SERIE B2

CONCENTRAMENTO < W >
CONCENTRAMENTO < W > - SEMIFINALI GARA DUE
G.S.M. Mondial Carpi Mo - Abo Offanengo Cr, sabato 27 maggio ore 21,00: Daniela Katia Forte di Pisa e Dalila Viterbo di Catanzaro.
Brembo Volley Team Bg - Pavic Romagnano Sesia No, sabato 27 maggio ore 21,00: Thomas Michael Boscaro di Venezia e Riccardo Grasselli di Vicenza.

CONCENTRAMENTO < X >
CONCENTRAMENTO < X > - SEMIFINALI , GARA DUE
Est Volley San Giovanni Natisone Ud - Ambra Cavallini Pontedera Pi, sabato 27 maggio ore 20,30: Michele Piva di Padova e Alberto Libralesso di Venezia.
Blu Volley Quarrata Pt - Pieralisi Volley Jesi An, sabato 27 maggio ore 21,00: Samuele Strippoli di Torino e Alessandra Martinelli di Torino.


CONCENTRAMENTO < Y >
CONCENTRAMENTO < Y > - SEMIFINALI GARA DUE
Sebilot Manfredonia Fg - Volley Cave P.I. Rm, sabato 27 maggio ore 18,00: Luca Monini di Ascoli Piceno e Daniele Stazio di Ancona.
L. Wind Granfruttato Trevi Pg - C.M.O. Fiamma Torrese Na, sabato 27 maggio ore 18,00: Federico Giordani di Catania e Gabriele Priolo di Catania.

PLAY-OFF PROMOZIONE SERIE B1 – PRIMA FASE, GARA DUE
Cda Volley Talmassons Ud – Barricalla Collegno Cus Torino: 1 – 3 ( 21-25; 25-17; 23-25; 18-25 ). REALIZZATRICI – TALMASSONS: Rizzetto 14; Aurora Poser 13; Cozzo 10; Perrone 8; Nardini 5; Nardone 4; Giora e Bordon 2; Marta Venturini 1. COLLEGNO: Vokshi 16; Fragonas 14; Migliorin 13; Gobbo 12; Bogliani 7; Morolli 5; Brussino 4. ARBITRI: Marta Mesiano di Bologna e Matteo Selmi di Modena.
Acca Montella Avellino – Conad-Sicomputer Teodora Ravenna: 2 – 3 ( 25-22; 19-25; 23-25; 25-22; 10-15 ). REALIZZATRICI - ACCA MONTELLA: Alessandra Ventura 19; Mauriello e Diomede 15; Boccia 14; Piscopo 10; Saveriano 5; Devetag 2. TEODORA RAVENNA: Nasari 31; Rubini 21; Torcolacci 11; Aluigi 8; Lugli 4; Mazzini 3; Sestini 2. ARBITRI: Antonella Verrascina di Roma e Alberto Dell’Orso di Pescara.

Talmassons – Collegno Cus Torino: 1 – 3
Il Barricalla Collegno Cus Torino dei presidenti Riccardo D’Elicio e Andrea Ippolito, del loro vice Andrea Belluz, del direttore sportivo Marco Rigato, dei tecnici Michele Marchiaro e Fulvio Bonessa con annessi tutti i loro collaboratori e non ultime le splendide protagoniste in quei fatidici nove metri quadri di campo; scrive la storia e conquista una stratosferica promozione in serie A2; un obiettivo probabilmente impensato alla vigilia della stagione, ma costruito allenamento dopo allenamento, partita dopo partita nell’arco di lunghi 10 mesi di duro lavoro che hanno permesso al Cus di raggiungere questo incredibile risultato e di tornare in una categoria, la seconda nazionale, che mancava dai lontani anni ’80.
Dopo aver vinto < gara uno > in casa, le giallo blu “ cussine “ si sono ripetute ( questa volta per 1-3 ) in < gara due > in terra friulana al cospetto del Talmassons di Stefano Castegnaro e Francesca Terasso che tra le mura amiche solo nel primo turno di campionato ( contro la Sorelle Ramonda Montecchio ), aveva rimediato un passivo simile poi seguito da 11 vittorie consecutive prima dell’ininfluente sconfitta per 2-3 contro Monticelli nella giornata conclusiva della stagione regolare.
Le piemontesi con quella di cui vi parliamo, hanno così infilato la ventesima perla ( vittoria consecutiva ) nella loro splendida collana, nessun altra squadra in questo campionato di serie B1 ha saputo fare meglio, e davanti ad un ruolino di marcia simile non si può che levarsi il cappello e fare i complimenti a tutto il gruppo “ cussino “ dal presidente al magazziniere.
Il Talmassons è stato un degno e valoroso avversario ed archivia questa prima fase della post-season con l’onore delle armi; avendo visto entrambe le partite mi viene da affermare che in < gara due > Rizzetto e compagne hanno dato più filo da torcere alle piemontesi che non in < gara uno > , ma che alla fine abbiano pagato tra le altre cose, anche e soprattutto il fatto di avere meno benzina nel loro serbatoio a livello fisico.
Alla resa dei conti e ragionando nell’ottica delle due gare, il risultato non fa una grinza in quanto ha vinto la squadra che pur senza nomi altisonanti nel proprio roster; ha saputo esprimersi da squadra, con tutte le giocatrici chiamate in causa, capaci di sacrificarsi una per l’altra per un obiettivo comune sfociato come detto nella storia della società e non ultimo della pallavolo piemontese.
In una disamina generale della partita, la stessa è stata equilibrata in particolare nel terzo set; di stampo indigeno nel secondo, mentre nel quarto conclusivo è stata decisiva la partenza a razzo delle ospiti che sin da subito sono state capaci di costruirsi un cospicuo vantaggio per poi gestirlo in assoluta tranquillità sino al punto conclusivo ( anzi due ) di Marianna Bogliani.
In avvio di partita entrambi gli allenatori devono rinunciare ad un’importante pedina, nella squadra di casa da forfait Letizia Poser, in quella ospite Cristina Fiorio non ancora completamente ristabilita dall’infortunio non è dello starting-six.
Fucxia e giallo blu si affrontano inizialmente con gli stessi schieramenti di < gara uno >; nelle file talmassonesi Giora è in cabina di regia; Perrone sulla diagonale; Aurora Poser e Cozzo attaccanti di posto-4; Rizzetto e Nardini al centro con Ponte libero.
Tra le piemontesi Morolli in cabina di pilotaggio, Vokshi opposta, Migliorin e Fragonas attaccanti di palla alta; capitan Gobbo e Bogliani al centro e Rossana Zauri di blu vestita nella consueta veste di libero.
Dopo le prime schermaglie iniziali ( 4-3 e 4-5 con doppietta di Fragonas ), si arriva alla prima fermata sul 5-8 realizzato da Vokshi. Il gap di vantaggio rimane inalterato sino all’8-11 ( Perrone ) e 9-12 ( Aurora Poser ); ma nella fase centrale, esattamente com’era successo nel primo set di gara uno; le universitarie spingono sull’accelleratore incrementando il loro vantaggio sul 10-16 grazie all’ace con l’aiuto del nastro di Gobbo che diventa 10-17 alla ripresa quando Venturini ( appena entrata su Perrone ) attacca in rete.
La seconda parte di parziale, vede il Collegno commettere parecchi errori e di conseguenza permettere alle friulane del presidente Gianni De Paoli di rimettere in discussione il game sul 19-20. Nell’epilogo Migliorin ottiene un cambio palla a dir poco fondamentale ( 19-21 ); Vokshi prima croce poi delizia fissa il punteggio sul 20-22; Aurora Poser e subito dopo Vokshi peccano di misura ( 21-23 ), mentre il sanguinoso errore in battuta di Marta Venturini consegna alle ospiti tre palle set ( 21-24 ); per portarsi in vantaggio alle piemontesi basta però la prima ed a mettere il punto esclamativo è Elisa Fragonas autrice di due splendide partite in questi play-off.
Secondo parziale sulla falsariga del primo ma a parti invertite; l’equilibrio regna sovrano sino al 6-5; poi Antonella Rizzetto con due muri consecutivi su Bogliani e Gobbo manda le due squadre alla prima fermata sull’8-5. Il divario rimane inalterato sull’11-8 e 12-9 quando Migliorin replica a Cozzo, poi ancora sul 15-12 con un ace “ sporco “ di Migliorin e infine sul 17-14 a causa della battuta sbagliata di Perrone.
Marchiaro manda in campo Brussino in luogo di Vokshi proprio sul suo turno di battuta e la giovane ex oraghese ricambia la fiducia con l’ace del 17-15 che costringe Castegnaro a fermare il gioco. Quando si riprende Rizzetto va subito a segno imitata da Aurora Poser con l’ace del 19-15, mentre Bogliani in fast prende in pieno l’astina e fissa il punteggio sul 20-15. Il considerevole vantaggio permette così alla squadra di casa di gestire bene il finale con parità raggiunta con un netto 25-17 dopo che Giora con un ace si era procurata 7 palle set.
Il terzo parziale è quello che risulterà il più equilibrato di tutta la contesa, e giocato costantemente punto a punto con le due squadre che danno vita ad ottime giocate con salvataggi mozzafiato in difesa. Il game sembra una sfida calcistica ai rigori con massimo vantaggio ospite nell’ottica di due punti e Talmasson unicamente avanti sul 13-12 grazie a Rizzetto. Si arriva così a braccetto nell’epilogo, Fragonas e Vokshi provano la fuga ( 20-22 e 21-23 ), ma Cozzo le tiene a bada accorciando sempre il divario ( 21-22 e 22-23 ). Dopo il time-out di Marchiaro, Ylenia Migliorin va a segno col punto del 22-24 ed allora è Castegnaro a fermare il gioco. Quando si riprende Morolli sbaglia dai nove metri ( 23-24 ) e Marchiaro è costretto a giocarsi il secondo discrezionale per organizzare il cambio palla che da i suoi frutti quando Ronny Vokshi spara sulle mani del muro da posto-4 riportando avanti la propria squadra.
Il quarto gioco è invece quello meno incerto, Talmassons da l’impressione di accusare il colpo sia a livello psicologico sia a livello fisico; Collegno vede vicino il traguardo e parte a ritmi forsennati portandosi sullo 0-8 alla prima fermata con Castegnaro che a quel punto è già ricorso a tre cambi ed un discrezionale. Il parziale prosegue poi con le ospiti che gestiscono al meglio il grande vantaggio appena limato dalle indigene alla seconda fermata regolamentare ( 10-16 ). La parte finale di set non regala sussulti particolari; le cussine imperversano sul 13-23 ( doppietta di Morolli ) e poi dopo un mini-break di 4-0 delle locali ( 17-23 ), due fast di Bogliani scrivono la storia cussina.
Al di là di quanto successo in campo, queste due sfide hanno regalato due bellissimi siparietti che ritengo sia giusto raccontare. Nel terzo set di gara uno, un missile terra aria di Aurora Poser a letteralmente steso sul parquet Fragonas; ancora prima di esultare con le sue compagne, la giocatrice friulana è andata nell’altra metà campo a rialzare la giocatrice cussina che a ricambiato con un sorriso e un buffetto.
In chiusura di gara due invece dopo il punto decisivo di Bogliani e la logica esultanza in mezzo al campo di tutto il gruppo piemontese; tutto il Talmassons ha atteso nel suo campo le avversarie per il saluto di fine partita; sin li niente di anormale; ma vedere le giocatrici in maglia rosa applaudire sinceramente le vincenti è stato un gesto di grande sportività che fa bene allo sport indipendentemente dai colori delle maglie.
Alla fine è tanta la soddisfazione nelle parole del Presidente cussino Riccardo D’Elicio: < Un risultato storico che mette in evidenza il grande lavoro fatto da coach Michele Marchiaro e dallo staff, seguito con grande fiducia da tutta la squadra. Questo è frutto di un movimento che ogni anno cresce, con circa 600 ragazze tesserate per la nostra società. Sono felicissimo di un risultato così importante per tutto il movimento sportivo universitario >.
Felicità ed emozione anche nelle parole di coach Marchiaro: < Un match difficilissimo, siamo partiti forte resistendo subito al loro impatto fisico e l’abbiamo gestita molto bene, giocando una pallavolo di altissimo livello. Insomma una super gioia, se prima dicevo ragazze non abbiamo fatto nulla ora posso dire ragazze l’abbiamo fatta veramente grossa. Devo fare dei ringraziamenti e una dedica. Ringrazio quindi la società che mi ha dato fiducia e mi ha lasciato lavorare con passione e serenità, che non sono cose da poco, anzi determinanti; lo staff, non ho mai visto tante qualità umane e tecniche insieme, le principali sono state comunque l’affidabilità e la fedeltà, quindi quelle umane; e il gruppo, che si è sacrificato, ha lavorato duro dimostrando che il lavoro paga, con uno spirito che da anni non vedevo così forte, una chimica perfetta con una qualità su tutte, la serietà nel lavoro. Ci tengo a dedicare questa promozione a Giorgio Oddenino, scomparso da poco prematuramente, un mio grande avversario, poi collega e amico, ci seguiva e avrei voluto che fosse qui con noi a festeggiare questa vittoria >.
Infine la capitana di tante battaglie, Daniela Gobbo commossa e piena di gioia per questa vittoria: < A nome di tutte posso dire che non riusciamo ancora a rendercene conto, abbiamo compiuto questa grandissima impresa. L’anno è stato indimenticabile, venti vittorie consecutive, un’impresa pazzesca. Vorrei ringraziare tutte le mie compagne, dalle più giovani che ci hanno seguito nelle trasferte più lunghe, a quelle di tutti i giorni, che da Settembre hanno costruito questo percorso con me. Lo staff e la società che hanno creduto in noi. Abbiamo lavorato tanto insieme e posso dire che ce lo siamo meritate >.

Acca Montella Avellino – Conad Si-Computer Teodora Ravenna: 2 – 3
La Teodora Ravenna di Nello Caliendo è la sesta squadra promossa in serie A2. Dopo aver vinto gara uno in quattro set, le bizantine, prima avanti 0-1 e poi sotto 2-1 si sono ripetute al tie-break in terra irpina sconfiggendo l’Acca Montella di Dino Guadalupi che erano chiamate a fare la partita per vincere e riaprire la contesa, ma dopo quasi due ore e mezza di vera battaglia hanno dovuto soccombere al cospetto delle romagnole.
Si è trattato di una partita avvincente e di grande livello, una giusta finale tra due squadre, di caratura ormai consolidata, che hanno dato tutto dall’inizio alla fine per onorare al meglio la contesa.
La palestra comunale di Cassano Irpino, gremita in ogni ordine di posto, presenta un pubblico di rara bellezza che con enorme passione ha incitato e seguito le sorti della gara senza mai far mancare il proprio contributo. Un apporto fondamentale, da settimo uomo, che resterà nella mente e nel cuore di tutte le ragazze scese in campo.
Nel primo set le due squadre cominciano alla stessa maniera, è l’incertezza dettata dalla tensione a fare da padrone, con molte giocate imprecise da ambo le parti. Dopo metà parziale sono le ospiti a provare a prendere il largo guidate da una ispirata Aluigi ma la pronta risposta giallonera rimette le cose a posto, con Boccia e Diomede sugli scudi. L’Acca recupera e porta a casa il primo game. Secondo parziale equilibrato nelle fasi di approccio, poi coach Caliendo prova a mischiare le carte e ottiene la risposta attesa riuscendo nell’allungo decisivo ( 9-16 ) che sarà poi amministrato senza problemi.
Nel terzo e quarto set le due squadre giocano finalmente senza troppi affanni mentali e a giovarne è lo spettacolo. Mauriello e Ventura rispondono agli attacchi del duo Rubini-Nasari, il pubblico si diverte e l’ambiente già caldo, diventa incandescente. L’equilibrio porta il match al tie-break dove a spuntarla però sono le ospiti che con una Nasari nelle vesti di mattatrice ( 31 punti ) possono esultare con pieno merito al termine di due partite giocate meglio, sbagliando poco e mettendoci tanta voglia di ottenere questo splendido risultato.

PLAY-OFF PROMOZIONE SERIE B1 – SECONDA FASE, GARA DUE
Città Fiera Martignacco Ud – Bre Banca San Bernardo Cuneo: 2 – 3 ( 22-25; 16-25; 25-21; 25-23; 13-15 ). REALIZZATRICI - MARTIGNACCO: Gabbiadini 18; Pulcina 15; Valentina Facco 12; Gogna 11; Pastorello 10; Gray e Colonnello 3; Federica Russo 2; Di Bert 1. CUNEO: Borgna 20; Valli 17; Millesimo e Soriani 14; Erica Giacomel 13; Aliberti 5; Bonifazi 3; Baiocco 1.
Pallavolo Don Colleoni Bg – Volley Adro Monticelli Bs: 2 – 3 ( 25-19; 19-25; 17-25; 25-18; 9-15 ). REALIZZATRICI – DON COLLEONI: Sasha Colombo e Chiara Pinto 16; Gallizioli 15; Camarda 11; Pozzoni 10; Alice Bonetti 4. MONTICELLI: Stroppa 22; Coulibaly 17; Pistolato 13; Francesca Fava 11; Bortolot 3; Berlassini 2; Moretto e Teli 1.
Giovolley Aprilia Lt – Olimpia Cmc Ravenna: 0 – 3 ( 17-25; 14-25; 18-25 ). REALIZZATRICI – APRILIA: Gioia e Borelli 8; Deborah Liguori 7; Corvese 4; Muzi 2; Guidozzi e Kranner 1. CMC RAVENNA: Babbi 16; Assirelli e Rossini 12; Neriotti 8; Benazzi 6.
Tuum Perugia Volley – Volleyrò Casal De Pazzi Roma: 3 – 0 ( 25-13; 25-21; 27-25 ). REALIZZATRICI – PERUGIA: Catena 20; Minati 14; Martinuzzo 11; Porzio 9; Corinna Cruciani 4; Gorini 2. VOLLEYRO’: Giugovaz 10; Sylvia Nwakalor 9; Mancinelli e Benedetta Bartolini 5; Ciarrocchi 4; Martina Ghezzi 2; Cecconello 1.

Martignacco – Cuneo: 2 - 3
Al termine di una partita incredibile, durata due ore e mezza, la BreBanca S.Bernardo Cuneo di Maurizio Conti e Domenico Petruzzelli sconfigge in trasferta al tie-break il Martignacco di Marco Gazzotti e Andrea Zampis ed accede al secondo turno dei playoff dove col fattore campo favorevole affronterà il Volley Adro Monticelli. Alle friulane invece non è bastata una prova di grande generosità ed aver recuperato un parziale iniziale di 0-2 per allungare la serie, ed alla fine alle bianco azzurre di casa rimane anche un po’ di rammarico per non aver capitalizzato al massimo un vantaggio di 11-7 nel quinto e decisivo parziale.
Il primo set inizia nel migliore dei modi per le biancorosse piemontesi, brave a portarsi sullo 0-4 con Valli in battuta e a chiudere sul 3-8 al primo timeout tecnico. Nella parte centrale il Martignacco si riporta prima a contatto ( 13-16 ) per poi trovare il punto del pareggio a 22. Nell’epilogo del game le cuneesi piazzano un parziale di 0-3 e chiudono il primo set 22-25.
Avvio assolutamente perfetto anche nel secondo set, con la BreBanca Mercatò Cuneo che, con Millesimo in battuta, conquista i primi 8 punti arrivando sullo 0-8 al primo time-out tecnico. Le padrone di casa provano a rifarsi sotto, ma le ragazze di coach Conti sono brave ad amministrare il vantaggio ( 7-16 al secondo t.o.t ) e lo mantengono fino alla fine, chiudendo 16- 25 senza particolari affanni.
A differenza dei primi due parziali, il terzo inizia in maniera molta equilibrata, con le due formazioni che proseguono a braccetto ( 7-8 al primo time-out tecnico ), con le padrone di casa che piazzano un break di 3-0 sull’11-11 e arrivano 16-13 al secondo t.o.t
Cuneo ricuce lentamente lo strappo pareggiando a quota 19, Martignacco riallunga sul 22-20 e poi chiude 25-21, accorciando le distanze. Il quarto scampolo di gara vede ancora le padrone di casa partire bene, ma con Soriani in battuta la BreBanca Mercatò Cuneo si riporta avanti arrivando 6-8 al primo time-out tecnico e proseguendo sulla scia positiva mantiene il vantaggio ( 13-16 ) alla seconda fermata regolamentare.
Dopo essersi ancora ritrovata sotto sul 15-18; il Martignacco con un break di 5-0 rivolta il contesto del parziale sul 20-18 e chiude senza grosse difficoltà 25-22, trascinando la partita al tie-break.
L’inizio di quinto set non è positivo per le cuneesi, che vanno subito sotto subendo l’iniziativa delle avversarie, che si portano addirittura sull’11-7. A questo punto, però, una straordinaria reazione di carattere con Baiocco in battuta e con gli attacchi vincenti di Borgna e Giacomel permette alle cuneesi di piazzare un break di 0-6 che le porta sull’11-13. Le padrone di casa non mollano e pareggiano sul 13-13 ma una schiacciata e un ace di Aliberti permettono alla BreBanca Mercatò Cuneo di centrare una vittoria fondamentale, che permette alle biancorosse di accedere al secondo turno dei playoff.
< La partita contro Martignacco - dichiara coach Maurizio Conti–, va analizzata dividendola in due: nei primi due set le nostre avversarie non hanno giocato a pieno regime, anche per merito nostro, un po’ come era successo a Cuneo, mentre poi sono salite molto di livello soprattutto in difesa e in battuta e questo ci ha complicato la vita. Abbiamo pagato un calo di tensione e questo ci ha portati fino al quinto set, però i cambi che sono stati fatti hanno aiutato a far girare una partita che sull’11-7 sembrava finita. Torno a casa con il sorriso sulle labbra consapevole di andare avanti soprattutto perché a mio parere in alcuni casi serve di più una vittoria 3-2 che una vittoria 3-0 perché poi sarebbe stata troppo semplice dire che gli avversari non erano alla nostra portata. A pallavolo giocano due squadre e questa sera ci siamo guadagnate noi la partita lottando fino all’ultimo pallone, magari non giocando per tutti e 5 i set la nostra pallavolo però non abbiamo mai mollato e questo nei playoff conta doppio >.
In casa friulana, la disamina finale spetta al presidente Bernardino Ceccarelli: < Abbiamo disputato un grande incontro ed il folto pubblico accorso per questo appuntamento ha applaudito ed ha apprezzato. A parte il secondo set approcciato in maniera negativa ed in parte il primo, perso di misura, gli altri tre, sono stati combattutissimi con una nostra grande rimonta fermatasi nel quinto set, quando sul punteggio di 11-7 sembrava fatta: purtroppo qualche errore banale ha cambiato la sorte dell'incontro. Cuneo ha giocato meglio il ritorno che l'andata a Cuneo che aveva vinto 3-1 ed è arrivata con la voglia di concludere in breve e ritornare presto a casa, anche perché ci sono nove ore di viaggio in pullman, ma la nostra compagine non lo ha permesso è ha ingaggiato una lotta di quasi due ore e mezza, dimostrando di essere in forma. L'unico rammarico - ha concluso Ceccarelli - è che avremmo voluto in questo ritorno affrontare Cuneo ad armi pari, con tutte le titolari in campo, che ci saremmo molto più divertiti, ma la cosa non è stata possibile perché nel recente passato la sorte ci è stata avversa e solo ora le atlete infortunate e nemmeno tutte, si possono dire abbastanza recuperate, anche lo saranno pienamente per la prossima stagione. La promozione è solo rinviata e dopo una settimana di riposo già incontreremo tutte le atlete per conoscerne le intenzioni, già sapendo che per quanto ci riguarda i tecnici sono riconfermati >.

Pall. Don Colleoni – Volley Adro Monticelli: 2 – 3
Non basta il grande cuore alla Pallavolo Don Colleoni di Matteo Dall’Angelo e Erminio Iseni per conquistare gara-2 contro il Volley Adro Monticelli di Emanuele Sbano e rimandare il verdetto alla classica “ bella “.
Ad accedere alla semifinale – dove incontrerà il Cuneo con le piemontesi a godere del fattore campo – sono dunque le franciacortine, ma nonostante l’eliminazione in casa trescoritana rimane la consapevolezza di aver disputato una grande stagione coronata dalla seconda qualificazione ai play-off consecutiva al secondo campionato di B1.
Alla resa dei conti ha vinto la squadra che si è dimostrata più completa, e non ultimo ha potuto beneficiare della classica “ panchina lunga “ quando c’era bisogno di far rifiatare qualche giocatrice.
Le rosso azzurre di casa a comunque lottato con grinta e determinazione; ma questi aspetti non sono bastati per proseguire nell’avventura play-off.
Dopo essere passate in vantaggio ( 25-19 ), le indigene si sono ritrovate ad inseguire 1-2 ( 19-25 e 17-25 ), prima d’impattare il match con un 25-18 che ha prolungato la gara al fatidico quinto set. In questo le giallo verdi ospiti hanno tirato fuori il meglio del loro repertorio aggiudicandosi il game con un eloquente 9-15 e di conseguenza festeggiato il meritato e giusto passaggio del turno.
Nel dopo gara Matteo Dall’Angelo riconosce giustamente i meriti della squadra avversaria: < Giocare qui, davanti al nostro caldo pubblico non è facile per nessuno; c’è stato un momento in cui credevamo di portare la serie a gara-3; ma devo essere onesto nel dire che nell’arco delle due partite Monticelli ci è stato superiore ed ha meritato il passaggio al turno successivo. Siamo partiti bene, poi loro sono venute fuori con una grande intensità nel servizio, un cambio palla sistematico e nel complessivo sbagliando meno di noi. Onore dunque a loro che hanno meritato questo risultato >.
La gara in questione è stata anche l’ultima della carriera per la palleggiatrice e capitana di casa Alice Bonetti che dopo 25 anni sul parquet abbandona l’attività. A lei Matteo Dall’Angelo dedica poche ma sentite parole: < E’ stato un onore poter allenare una giocatrice come Alice Bonetti, assolutamente un esempio per le giovani >.
La diretta interessata, non nasconde le emozioni ma è al tempo stesso serena e convinta del fatto di lasciare l’attività agonistica: < E’stata una scelta difficile, ma sono serena e convinta di aver preso questa decisione. – afferma Alice – Dal momento in cui mia figlia mi ha chiesto un fratellino non ho potuto fare diversamente. Sono felice per quanto fatto in questa stagione dove ci siamo tolti parecchie soddisfazioni con un gruppo giovane e molto rinnovato in quanto rispetto al passato campionato siamo rimaste solo io e la centrale Michela Gallizioli. Ho giocato in parecchie squadre, ma le migliori soddisfazioni me le sono tolte qui alla Don Colleoni, non potrò mai dimenticare le due promozioni in serie B2 e in serie B1; e il fatto di aver preso parte ai play-off per la promozione in serie A2 in questi ultimi due campionati >.
Questo invece il sintetico commento del tecnico adrense ( di Belvedere Marittima ) Emanuele Sbano: < E’stata veramente dura ma le ragazze hanno dimostrato di saper fare gruppo e venire fuori nei momenti difficili. Ora sarà importante riposare in vista del prossimo turno di play-off in quanto ritengo che il recupero fisico conti di più del lavoro anche per il fatto che da aggiustare c’è veramente poco >.


Aprilia – Cmc Ravenna: 0 – 3
Con una bella prova di forza l’Olimpia Cmc Ravenna di Marco Breviglieri e Simone Bendandi bissa ad Aprilia il successo dell’andata e si qualifica per la semifinale. Il risultato del match disputato in terra laziale è lo stesso della partita di domenica scorsa, 3-0, con la differenza però che i parziali sono ancora più netti, frutto di una sfida che in pratica non ha mai avuto storia.
L’avventura nei playoff della formazione pontina guidata da Tonino Federici e Gianluca Lacasella termina però tra gli applausi di un PalaGiovolley strapieno, in quanto le azzurre di casa hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo, ma non è bastato a fermare l’avanzata di un’Olimpia Ravenna che aveva più benzina e soprattutto era coperta in tutti in reparti con bocche da fuoco importanti come Benazzi, capitan Babbi ( la migliore in campo ), e Assirelli.
I due allenatori schierano gli stessi sestetti di domenica scorsa, con Federici che punta sulla palleggiatrice Gatto, l’opposto Gioia, le schiacciatrici Kranner e Liguori e le centrali Guidozzi e Corvese con Lorenzini libero. Il coach Breviglieri disegna la sua Olimpia Cmc con Lancellotti in diagonale con Benazzi, Rossini e Babbi in banda e Assirelli e Neriotti al centro, mentre Panetoni è in seconda linea.
Nel primo set le ravennati spingono con Rossini per il 5-7 e Babbi per l’8-12, fuggendo in modo definitivo con Assirelli ( 9-16 ) e passando in vantaggio grazie agli acuti di Benazzi, Rossini e Babbi: 17-25.
La seconda frazione è ancora meno lottata: la Giovolley si presenta con Borelli al posto di Kranner, ma è ancora un monologo delle bizantine, subito spinte sul 5-10 da Assirelli, ben imitata da Neriotti ( 7-14 ) e Babbi ( 11-20 ). Acquisito un tale divario, è un attacco sbagliato di Gioia a regalare il raddoppio alle ospiti al primo set ball disponibile.
Nel terzo periodo il tecnico Federici si gioca l’ultima carta rappresentata dalla regista Muzi e c’è un po’ più di equilibrio in campo, con le laziali che restano a stretto contatto (5-5 e 11-12) fino a quando Assirelli e Rossini non accelerano: 13-17. Neriotti e Rossini aumentano il gap ( 15-22 ) e Babbi alla seconda occasione mette la parola fine alla partita: 18-25.
Questa l’analisi conclusiva della capitana apriliana Viviana Corvese. < A caldo rimare l’amaro in bocca per l’occasione mancata, tenevamo molto a questi playoff, ma non siamo stati in grado di reggere. Loro sono molto brave e hanno giocatrici di esperienza e grande valenza. Noi non abbiamo giocato al meglio in attacco, non siamo riuscite a fermarle, questo un po’ brucia perché hanno sfoderato in gara 2 un match di grande livello, mentre in gara 1 è stata un’altra storia. Credevamo di poterle fermare. Nei prossimi giorni metabolizzeremo questa sconfitta e faremo un’analisi più dettagliata della stagione che a mio avviso rimane senza dubbio positiva >.


Perugia – Volleyrò Casal De Pazzi: 3 - 0
Dopo aver vinto “ gara uno “ in trasferta, il Perugia di Fabio Bovari e Daniele Panfili non incontra nessun problema davanti al proprio numeroso pubblico del Pala Evangelisti, e sfoderando un attacco di buon livello con una Catena imprendibile ed una regia impeccabile orchestrata da Gorini partita ancora titolare e premiata come miglior giocatrice del match; rifila un secco 3-0 alle giovani capitoline del Volleyrò di Sandor Kantor e Matteo Pilieci approdando in semifinale.
In avvio le laziali cercano di sorprendere presentando Scola in regia in diagonale a Mancinelli e spostando Nwakalor di banda ( 0-3 ), il ritardo è prontamente annullato da Catena, mentre Corinna Cruciani piazza il muro che vale il sorpasso ( 6-5 ). Si procede spalla a spalla per un po’ sino a che Minati va in battuta e piazza l’accelerazione che porta in dote dodici punti consecutivi, tra cui due ace ( 21-10 ). Tra le fila ospiti entra Ciarrocchi, ma serve solo a rallentare la corsa, e l’1-0 inevitabile arriva su un errore in battuta delle nero azzurre ospiti.
Ad inizio secondo game le squadre avanzano alla pari ( 6-6 ), è nuovamente un turno in battuta di Minati a “ spaccare “ il parziale con capitan Porzio ad affondare i colpi da posto-quattro che fanno prendere il comando ( 10-6 ). Il gap viene mantenuto grazie alla distribuzione puntuale di Gorini, mentre l’ingresso di Scognamillo tra le laziali non ha gli esiti sperati; e dopo un ulteriore passaggio sul 21-16; è Michela Catena ha firmare il punto del raddoppio.
La terza frazione comincia nel segno di Catena che trascina prima sul 6-2 e poi sull’11-5 la sua squadra . Le capitoline sono sornione ma attendono la loro occasione per rientrare in corsa andando ad impattare con alcune belle giocate di Nwakalor che nel frattempo è tornata a giocare da opposta ( 15-15 ). La lotta è serrata e si protrae sino in fondo con Ghezzi e Porzio attivissime ( 23-23 ). Le occasioni per chiudere sono da ambo le parti, decisiva però è ancora Catena che piega le mani del muro avversario e porta in trionfo una Tuum che ha avuto nei troppi errori commessi il suo unico punto debole.

PLAY-OFF PROMOZIONE SERIE B2
Se non è un record poco ci manca. Le sei partite di < gara due > della prima fase play-off si sono concluse tutte al tie-break, ed alla luce degli stessi, nel concentramento < W > il Brembo ha guadagnato il passaggio del turno a discapito dell’Arco Riva che dopo essere andato sotto 0-1 conduceva 2-1; mentre Carpi e Canavese sono andate alla “ bella “ in terra emiliana, in quanto le piemontesi in svantaggio 1-2 hanno travolto le carpigiane nei due conclusivi game vinti 25-10 e 15-6.
Nel concentramento < X > non c’è stato bisogno della gara di spareggio in quanto approdano alle semifinali San Giovanni Natisone e Blu Volley Quarrata Pistoia impostesi ai vantaggi dei tie-break in campo esterno contro Corridonia e Fruvit Rovigo che invece concludono la loro stagione. Le friulane avanti nel quinto set 8-12, sono poi riuscite ad annullare una palla match alle maceratesi per poi imporsi ai vantaggi dei vantaggi 16-18.
Nel concentramento < Y > viceversa, sono state necessarie le < gare tre > per designare le due semifinaliste. Il Palmi ha fatto valere il fattore campo impattando la serie con il Manfredonia capace di recuperare due volte lo svantaggio prima di cedere di misura all’extra time.
Il Trevi con mister Tardioli squalificato e costretto a soffrire in tribuna, dopo aver perso < gara uno > in casa col Brindisi San Vito di Raffaele Capozziello, si è aggiudicata < gara due > in Puglia guadagnandosi così la possibilità di giocare < gara tre > davanti al proprio pubblico. Le umbre trascinate dalla coppia Capezzali-Casareale ( 45 punti in due ), si sono trovate a rincorrere due volte ( 1-0 e 2-1 ), venendo fuori alla distanza impattando prima con un 21-25 nel quarto gioco e poi aggiudicandosi l’incontro con un 13-15 nel tie-break decisivo.

CONCENTRAMENTO < W >
CONCENTRAMENTO < W > - QUARTI DI FINALE, GARA DUE
Canavese Volley To – G.S.M. Mondial Carpi Mo: 3 – 2 ( 14-25; 25-18; 23-25; 25-10; 15-6 ). REALIZZATRICI – CANAVESE: Roberta Bruno 18; Valentina Re 17; Martina Re 6; Curti e Micheletto 4; Torchio 3; Calabrese 1. CARPI: Pini 13; Faietti 12; Campana 9; Natali 8; Bulgarelli 6; Galli Venturelli 2; Corsi, Gennari e Zini 1.
C9 Pregis Arco Riva Tn – Brembo Volley Team Bg: 2 – 3 ( 17-25; 25-22; 25-23; 22-25; 8-15 ). REALIZZATRICI – ARCO RIVA: Rebecchi 20; Bianchi 19; Enei 11; Rosà 8; Corradini e Vivaldi 5. BREMBO: Cassis 27; D’Agata 14; Capoferri 13; Lorenzi 6; Signorelli 4; Sala 2.
CONCENTRAMENTO < X >
CONCENTRAMENTO < X > - QUARTI DI FINALE, GARA DUE
Corplast Corridonia Mc – Est Volley San Giovanni Natisone Ud: 2 – 3 ( 20-25; 25-17; 20-25; 25-22; 16-18 ). REALIZZATRICI – CORRIDONIA: Di Caterino 18; Orazi 16; Bianchella 14; Agostini 11; Zamponi 10; Mastri 2; Seghetta e Crescini 1. SAN GIOVANNI: Di Marco 23; Groppo 14; Fabris 13; Bratoni 11; Tavagnutti 7; De Cesco 2.
Gs Fruvit Rovigo – Blu Volley Quarrata Pt: 2 – 3 ( 14-25; 25-23; 22-25; 25-22; 14-16 ). REALIZZATRICI – FRUVIT: Tosi 22; Bolognesi 21; Ferrari 19; Coltro 12; Ghiotti 5; Ferrari 3; Toffanin e Battistella 1. BLU VOLLEY: Filindassi 16; Di Gregorio 14; Degli Innocenti e Pazzaglia 12; Becucci 9; Breschi 4; Bagni 1.
CONCENTRAMENTO < Y >
CONCENTRAMENTO < Y > - QUARTI DI FINALE, GARA DUE
Ekuba Futura Volley Palmi Rc – Sebilot Manfredonia Fg: 3 – 2 ( 25-16; 12-25; 25-23; 20-25; 15-13 ). REALIZZATRICI – PALMI: Tortora 20; Ilaria Speranza 16; Carnazza 12; Perri 11; Angì 7; Ambrogio 3. MANFREDONIA: Barbaro 14; Stefania Liguori e Roberta Liguori 13; Padula e Vinciguerra 11; Mileno 7.
Brindisi San Vito Volley - L.Wind Granfruttato Trevi Pg: 2 – 3 ( 25-9; 21-25; 25-22; 21-25; 13-15 ). REALIZZATRICI – BRINDISI SAN VITO: Basciano 18; Romano 13; Della Rosa 12; Labate 8; Carbone 7; Di Viggiano 4. TREVI: Capezzali 26; Casareale 19; Favoriti 11; Muzi 8; D’Ercole 7; Campana 4.

PLAY-OFF PROMOZIONE SERIE B2- QUARTI DI FINALE GARA TRE
Da un estremo all’altro. Se le sei < gara due > si sono concluse tutte al tie-break, le tre “ belle “ si sono invece risolte in tre set.
Il Carpi ha nuovamente fatto valere il fattore campo e si è imposta sul Canavese con i primi due parziali chiusi di stretta misura e solo nel terzo in maniera più netta.
Il Manfredonia di Delli Carri dopo aver faticato maggiormente nel primo game ( 25-21 ) ha avuto ragione in maniera più netta del Palmi con gli ultimi due scampoli di gara terminati a 16 e 19.
Infine il Trevi, dopo aver perso < gara uno > in casa e raddrizzato la serie in trasferta ( le prime due gare sono andate entrambe al quinto set ), ha completato l’opera imponendosi sul Brindisi-San Vito di Raffaele Capozziello al termine di un incontro molto equilibrato nel secondo e terzo gioco terminati entrambi a favore delle umbre col minimo scarto.
CONCENTRAMENTO < W >
CONCENTRAMENTO < W > - QUARTI DI FINALE, GARA TRE
G.S.M. Mondial Carpi Mo – Canavese Volley To: 3 – 0 ( 25-22; 26-24; 25-18 ). REALIZZATRICI – CARPI: Pini 14; Bulgarelli 12; Faietti 9; Natali 7; Campana 5; Gennari, Zini e Galli Venturelli 2. CANAVESE: in aggiornamento. ARBITRI: Alessandro Laurita di Milano e Gessica Mamprin di Como.
CONCENTRAMENTO < Y >
CONCENTRAMENTO < Y > - QUARTI DI FINALE, GARA TRE
Sebilot Manfredonia Fg – Ekuba Futura Volley Palmi Rc: 3 - 0 ( 25-21; 25-16; 25-19 ). REALIZZATRICI – MANFREDONIA: Roberta Liguori 13; Barbaro 11; Stefania Liguori 8; Padula e Vinciguerra 7. PALMI: Ilaria Speranza 13; Tortora 12; Perri, Ambrogio e Carnazza 2; Angì e Neves 1. ARBITRI: Alberto Mancuso di Salerno e Filippo Erman di Napoli.
L. Wind Granfruttato Trevi Pg - Brindisi San Vito Volley: 3 – 0 ( 25-18; 26-24; 25-23 ). REALIZZATRICI – TREVI: Capezzali 15; Favoriti 13; Casareale 12; D’Ercole 7; Muzi 6; Campana 5; Della Giovampaola e Pistocchi 1. BRINDISI SAN VITO: Basciano 10; Di Viggiano, Della Rosa e Romano 8; Carbone 6; Labate 5. ARBITRI: Livia Azzolina di Roma e Marco Gasparrini di Roma.