Presentazione squadre e Volley-mercato del 26 agosto

Escludendo questa settimana che si sta concludendo, e quella che ci introdurrà verso la prima giornata di campionato, mancano sei settimane al via della stessa.
Da parte nostra, ed alla nostra maniera con le nostre capacità ( che non sta a noi quantificare ma se mi è permesso dire, fanno rima con credibilità ); ci ripresentiamo per la terza volta stagionale in rete con le puntate che sono improntate alla presentazione delle varie squadre al via della prossima serie B1.

A “ botte “ di 7 squadre per puntata, con quella odierna vi abbiamo già parlato di 21 compagini ( 5 dei gironi < A >, < C > e < D e 6 del < B > ); ne mancano 35 e come detto le settimane a disposizione sono ancora 6.
Dunque ne “ cresce “ una che potrebbe essere impiegata come “ riserva “ per sopperire a qualche intoppo strada facendo, ma se tutto filerà liscio come ci auguriamo, ad onor del vero un <colpo in canna > è già pronto.
Anche se siamo solo agli albori della nuova stagione, mi sia permesso da subito ringraziare tutti gli uffici stampa ( le notizie sulle squadre ancora da presentare sono già per la maggior parte arrivate e aspettano solo di essere elaborate ) delle varie società per la consueta collaborazione che ci prestano e ci presteranno durante la lunga stagione; non ultime quelle che si accingono per la prima stagione a collaborare col sottoscritto con il solo obbiettivo comune ( già detto e ripetuto più volte ) di dare visibilità al campionato di B1 ed ai loro protagonisti ed alle loro protagoniste.
Con il consueto augurio di una serena e interessante lettura e di un buon week-end, a tutti voi un arrivederci ( o un a rileggerci ) alla prossima settimana.

CHIUSO UN CICLO, LA NUOVA PALLAVOLO DON COLLEONI SARA’ TUTTA DA SCOPRIRE.
Nel nuovo panorama della serie B1, se andiamo ad escludere le promosse, le ripescate e le varie società che hanno acquisito i diritti; la società orobica della Pallavolo Don Colleoni di Trescore Balneario è l’unica delle 56 squadre al via ad aver cambiato girone rispetto allo scorso campionato essendo stata spostata dal < B > nell’ < A >.
Oltre al cambio di raggruppamento, la società trescoritana presieduta da Gianpietro Passera con Rosa Gagni che ricopre il ruolo di ds; è risultata molto attiva sul mercato in quanto del roster dello scorso campionato sono solo 2 atlete che sono rimaste al cospetto di 9 partenze e altrettanti arrivi. Ad un roster di 11 atlete saranno di volta in volta inserite altre giocatrici tra le più promettenti del vivaio, e salvo svariati intoppi non è intenzione della società ritornare sul mercato.
In parole povere si è chiuso un ciclo di giocatrici che erano insieme da 5 stagioni e che ha avuto il suo “ picco “ più alto nelle ultime due annate, coincise con la vittoria della serie B2 e la qualificazione ai play-off al termine del passato campionato, questo chiuso al terzo posto col fiore all’occhiello derivante dalla vittoria esterna per 3-1 sul parquet della corazzata Millenium Brescia .
Dopo aver salutato le varie Cassis, Baldassarre ( a Ospitaletto ), Viganò e Mazzoleni ( al Millenium Brescia in A2 ). Formenti ( a Olbia sempre in A2 ), Morstabilini ( tornata al Lemen Volley di B2 ), Canevali e Colombi ( due prodotti del vivaio trescoritano trasferitisi al Valcavallina sempre di B2 ) e Giulia Sala in dolce attesa; ad iniziare dalla prossima annata in casa Don Colleoni si tenterà di aprire un nuovo ciclo; per riuscire nell’intento il sodalizio lombardo ha puntato su alcune atlete più esperte, altre di prospettiva ed altre ancora più giovani ma già con un po’ di esperienza della categoria.
Oggi come oggi dunque, la Pallavolo Don Colleoni è un po’ una scommessa ( che la società logicamente spera di vincere ), ed andare a fissare degli obbiettivi, se non quello primario della salvezza, è al momento prematuro; solo con l’evolversi del nuovo campionato sarà possibile vedere quale dimensione si ritaglierà la nuova squadra.
Alla guida tecnica della compagine rosso blu è stato confermato Matteo Dall’Angelo che con quello che andrà ad iniziare sarà il quarto campionato e mezzo alla guida della compagine bergamasca.
Matteo subentrato in corsa nella stagione 2012-2013 chiuse la B2 al sesto posto, migliorato con un quarto l’annata successiva 2013-2014.
Dopo la vittoria della B2 ( 2014-2015 ), come già rimarcato nella passata stagione ( 2015-2016 ) da matricola della categoria; la Pallavolo Don Colleoni centrò una per certi versi storica qualificazione ai play-off, arrendendosi al primo turno contro il Mondovi poi promosso in A2 dopo aver ancora regolato il Le Ali Padova in semifinale ed il Lodi in finale sempre in due sole gare.
Ad affiancare Dall’Angelo ci sarà ancora l’< istituzione > Erminio Iseni che pur avendo preso il patentino di secondo grado, e per sua stessa ammissione; più che un allenatore è da considerarsi come la < società in panchina > in quanto gravita nell’orbita Don Colleoni da più di vent’anni.
Iniziando a scorrere i vari nomi e ruoli, una delle due conferme riguarda la palleggiatrice e capitana Alice Bonetti ( 1984 ) ormai da più di dieci stagioni in forza alla Pallavolo Don Colleoni.
In alternativa dal Casa Sebastiano Coredo di B2 è arrivata la giovane classe 1995 Marta Ruben; prodotto della “Scuola Orago” ( dove ha conquistato due titoli italiani Under 16 e con la maglia di Villa Cortese/Orago un titolo italiano di Under 18 ); Marta può già vantare due esperienze nel campionato di B1; la prima a Villa Cortese nel 2012-2013 e l’annata successiva a Gorla Maggiore.
La “cinquina “delle attaccanti di palla alta è tutta nuova e l’atleta più esperta è certamente Alessandra Camarda ( classe 1988, orobica doc ) proveniente da un campionato di serie A2 nelle file dell’Olbia. Il suo è un curriculum di tutto rispetto; dopo aver iniziato la carriera come libero vincendo Coppa Italia e Champions League con il Volley Bergamo, a continuato a inanellare successi in Francia vincendo il campionato e la coppa con la maglia del Racing Club de Cannes; nella stagione 2011-2012 il cambio di ruolo e l’inizio dell’avventura da schiacciatrice tra la Serie B1 ( con Latina, Terracina, Olbia, Tremestieri ) e la A2 ( nuovamente con l’Olbia ).
Un altro rinforzo da cui la società si aspetta molto riguarda la bergamasca, cittadina doc, Chiara Pinto ( 1997 ) attaccante ricevitrice con ampi margini di crescita e miglioramento e già militante da tre stagioni in B1 con la maglia della Foppapedretti Bergamo dove nell’ultima stagione ha messo a segno 320 punti.
Dalla Brianza, precisamente dal Sanda Volley di B2 è invece arrivata Beatrice Pozzoni ( 1995 ) atleta nata e cresciuta pallavolisticamente con la Pro Victoria nel consorzio Vero Volley di Monza, la giovane vanta inoltre nel suo curriculum qualche apparizione anche nelle nazionali giovanili.
A completare il reparto delle attaccanti di banda ci sono inoltre Arianna Vedovati ( 1992 ) e Paola Colleoni ( 1998 ).
La prima è un attaccante molto duttile che dopo aver vinto il passato campionato di serie C con la maglia del Nembro ( poi non iscrittosi alla B2 ), cercherà di mettere al servizio della squadra le sue qualità atletiche, tecniche e agonistiche; mentre Colleoni cresciuta pallavolisticamente prima nel Volley Bergamo e poi a Scanzorosciate; nella scorsa stagione ha centrato ottimi traguardi con la maglia del Consorzio Vero Volley di Monza con cui ha disputato il campionato di B2 e l’under 18 conquistando il titolo regionale di categoria.

Nel reparto delle centrali si registra la seconda riconferma; si tratta di Michela Gallizzioli ( 1993 ) autrice nello scorso torneo di 37 muri, 41 ace e 280 attacchi vincenti, per un totale di 358 punti. Per lei corteggiata da moltissime altre squadre, quella che andrà ad iniziare sarà la quarta stagione consecutiva con i colori rossoblu della Don Colleoni. A comporre il reparto delle titolari ci sarà presumibilmente Sasha Colombo in arrivo dalla Pro Patria dove nello scorso campionato mise a segno 233 ( al pari di Moraghi della Sab Grima Irge ) classificandosi al settimo posto nella speciale tabella.

Seppur giovanissima ( è nata nel 1999 ) Sasha può vantarsi di aver vinto il trofeo delle province con la selezione di Milano nel 2013, l’anno successivo chiude al secondo posto il trofeo delle regioni con la selezione lombarda; mentre la scorsa estate ha guadagnato la medaglia di bronzo con la nazionale giovanile ai Giochi Olimpici Europei Giovanili svoltisi in Georgia ad agosto 2015.
A dar man forte al reparto di posto-3 ci sarà inoltre Irene Colombi ( 1994 ) anch’essa reduce dal campionato di serie C nelle file del Nembro da dove arriva (o forse per meglio dire ritorna a Trescore dove aveva iniziato a giocare da bambina ) Nicole Locatelli libero classe 1990.

ROSTER 2016-2017
PALLEGGIATRICI – Bonetti Alice – RUBEN. SCHIACCIATRICI – CAMARDA – PINTO – VEDOVATI – POZZONI – COLLEONI. CENTRALI – Gallizioli – COLOMBO - COLOMBI. LIBERO – LOCATELLI.

L’ADUNA PADOVA RIPARTE DAL BLOCCO DELLO SCORSO CAMPIONATO E METTE NEL MIRINO LA SALVEZZA.
Sarà un Aduna Padova nel segno della continuità quella che si cimenterà nel prossimo campionato di serie B1 con il primario obbiettivo di mantenere la categoria.
Dopo aver vinto nella passata stagione il girone <D > della B2 dopo un’estenuante lotta con l’Ezzelin Carinatese finita dietro di 2 punti, la società patavina del presidente Franco Frizzarin non si è mossa molto sul mercato ( solo 4 nuovi innesti in un roster di 14 elementi ) decidendo di riconfermare a grandi linee il gruppo dello scorso torneo, prestando un occhio di riguardo verso le atlete del settore giovanile ( su tutte quelle che si cimenteranno in ambito Under 18/ serie C ) che durante la stagione potrebbero trovare spazio in terza serie nazionale.
I numeri in generale del sodalizio patavino sono infatti impressionanti: circa 350 sono le atlete e gli atleti tesserati, 19 i campionati federali di competenza (senza considerare l’attività di Minivolley ), 22 i tecnici coinvolti. Per quanto riguarda il settore femminile, l’ Aduna si presenterà al via della nuova stagione oltre che con la squadra nazionale di B1, anche con una regionale di Serie C e un’altra di Serie D. A queste vanno aggiunte le varie compagini iscritte ai campionati giovanili, ovvero due squadre Under 18, ben tre Under 16 e due Under 14, oltre alle formazioni Under 13, Under 12 e il Minivolley.

Inoltre oltre all'ormai storica sinergia tra Pool Volley, U.S.D. Pallavolo Casalserugo e A.S.D. Albignasego, quest'anno Aduna Volley Padova si avvarrà anche della collaborazione del Due Stelle Brugine per l'allestimento della formazione che andrà a partecipare ai campionati Under 16 e Under 14 Femminile.
< Ben poche realtà della nostra regione possono vantare i numeri e le competenze di Aduna Volley Padova – commenta Fabio Bianzale, Presidente dell'USD Pallavolo Casalserugo –. Ci aspetta una stagione molto impegnativa, in cui certamente non mancheranno problematiche e difficoltà, ma lavorando tutti nella stessa direzione potremo toglierci grandi soddisfazioni >.

< Voglio ringraziare tutti i nostri tecnici e dirigenti, i vecchi e i molti nuovi arrivati in questi mesi, così come gli sponsor e le istituzioni che sostengono Aduna Volley Padova – dichiara Franco Frizzarin, Presidente del Pool Volley –. Grazie al loro impegno e al loro contributo stiamo realizzando un progetto ambizioso, che guarda sì ai risultati, ma senza dimenticare mai i valori sani dello sport >.

Nell’andare ad iniziare con i vari nomi che compongono il gruppo dell’Aduna Padova ed iniziando dallo staff tecnico, sono tante le figure nuove che, insieme al nutrito gruppo di allenatori e dirigenti già in forza alla società, cercheranno di portare ulteriore entusiasmo e competenza al servizio delle atlete e degli atleti.
Nel dettaglio, per ciò che riguarda la squadra della serie B1, come capo allenatore è stato confermato Gianluca Trolese; mentre il suo assistente sarà Lorenzo Amaducci classe '79 e attuale Assistente Selezionatore nazionale Fipav del Nord Italia.
Amaducci – che nelle ultime due stagioni ha guidato Le Ali di Padova nel campionato di Serie B1 Femminile, arrivando fino alla semifinale playoff lo scorso anno – rivestirà più ruoli nel suo nuovo club: oltre a coadiuvare coach Gianluca Trolese sulla panchina della Prima squadra, coordinerà tutto il Settore giovanile , ricoprendo anche l'incarico di allenatore delle formazioni Under 18/Serie C.
< Sono entusiasta di questa nuova avventura, che arriva dopo le importanti esperienze maturate nelle scorse stagioni – commenta Amaducci –. Il progetto di Aduna Volley Padova mi ha subito colpito, credo rappresenti il futuro per una società di questo tipo. Investiremo tempo ed energie sullo sviluppo delle categorie giovanili, in quanto risorsa ormai imprescindibile. Accanto a ciò, ho la fortuna di poter collaborare con coach Trolese in prima squadra e continuare così anche il mio percorso nelle categorie nazionali.“Di comune accordo sempre con coach Trolese, abbiamo deciso di tenere alcuni spazi liberi all'interno della prima squadra per dare la possibilità alle giovani che hanno capacità e voglia di potersi confrontare con le atlete più esperte. Siamo consapevoli che il percorso sarà lungo e difficile, ma per le ragazze sarà anche molto stimolante. In sintesi, quest'anno vogliamo provare a creare opportunità. Opportunità per le nostre giovani di confrontarsi con un livello che oggi non è ancora il loro, ma che potrà diventarlo in futuro se lavoreranno nella giusta direzione >..
Sempre dal Le Ali Padova approda all’Aduna lo scout man Filippo Marchioro, mentre gli altri tecnici che opereranno in ambito femminile sono Elisabetta Peretto, Cristina Martin, Maria Silvestri, Paolo Camporese, Roberta Curto, Nicola Parlangeli, Laura Agostini, Vanessa Viel, Maurizio Pistore, Maira Viale, Irene Coccato e Andrea Azzolin.
Per ciò che concerne il parco giocatrici al momento il roster è composto da tre palleggiatrici, due opposte, tre schiacciatrici, quattro centrali e due liberi; comprensivi dei quattro nuovi innesti che riguardano una schiacciatrice, due centrali ed un libero.
Scindendo più dettagliatamente i vari ruoli, in cabina di pilotaggio ci sarà ancora Carolina Forzan ( rinnovo del prestito dal Le Ali Padova ) che nonostante la sua giovane età ( è nata nel 1994 ) può già vantare tre campionati di B1 nel suo bagaglio personale e che sarà affiancata da Alessandra Facco ( 1998 ) e Roberta Canola ( 1999 ).
< Per prima cosa non posso che ringraziare la società per quanto ha fatto per tenermi in squadra: non vedo l'ora di ripagare la loro fiducia dando il meglio di me in campo – commenta Carolina Forzan –. Sono contenta di essere tornata in questa categoria soprattutto perché l'abbiamo conquistata con le nostre forze, sul campo. Non sarà una stagione semplice, personalmente devo riprendere i ritmi della B1, ma con questo gruppo di ragazze e questa società alle spalle possiamo toglierci delle belle soddisfazioni >.
Nel ruolo di opposte si registra una doppia conferma in quanto Trolese e Amaducci potranno ancora contare su Francesca Mattiazzo ( classe 1987 e già all’attivo quasi un decennio di campionati di serie B impreziositi da tre promozioni dalla B2 alla B1 ), e Cristina Gavin ( 1994 alla terza stagione in maglia Aduna ) ambedue protagoniste della cavalcata promozione dello scorso anno.
Altre due conferme ed un nuovo innesto di “ spessore “ compongono il tris delle attaccanti di posto-4.
Nel primo casso si tratta di Greta Fenice ( 1990 ) ed Irene Conti ( 1987 ); la prima è cresciuta nella Foppapedretti Bergamo, salvo poi affermarsi definitivamente nei campionati nazionali una volta trasferitasi a Padova, dove ha disputato, tra l'altro, tre campionati di B1.
Conti ha invece legato gran parte della sua storia pallavolistica ai colori di Monselice, con cui ha fatto tutta la “scalata” degli ultimi anni, vincendo anche una Coppa Italia di B2 proprio insieme a Fenice.

< Mi ero prefissata da tempo l'obiettivo di tornare in B1 e sono ancora più contenta di aver raggiunto questo traguardo, la prima promozione della mia carriera, insieme ad un gruppo di ragazze fantastiche, supportate da una società che ci ha sempre aiutato e fatto sentire parte di una famiglia – dichiara Greta Fenice –. Spero di riuscire a dare il mio contributo anche il prossimo anno, in quello che si presenta come un campionato tutt’altro che facile, ma per il quale sono assolutamente carica e fiduciosa >.

< Sono l'ultima della 'vecchia guardia', se mi guardo indietro, vedo anni di grandi sacrifici che, però, ci hanno portato a traguardi impensabili – afferma invece Irene Conti –. Prima di iniziare la nuova stagione, mi sento di ringraziare tutte le persone fantastiche che hanno fatto parte del nostro percorso, la società, per aver creduto ancora una volta in me, e le ragazze che hanno sposato questo progetto. L'augurio è che le difficoltà lungo il cammino ci forgino come gruppo e che, nelle vittorie come nelle sconfitte, possiamo imparare e crescere individualmente e di squadra >.
La new-entry risponde invece al nome di Giorgia De Bortoli classe 1996 e nativa di Spinea; l’atleta ha esordito
nelle categorie nazionali a soli 15 anni con la maglia di San Donà, mentre nella scorsa stagione ha militato tra le fila de LeAli di Padova, risultando tra i migliori “martelli” della B1 e trascinando la sua squadra fino alle semifinali playoff per andare in A2.

< Sono onorata ed entusiasta di entrare a far parte di Aduna, una società di cui ho sempre sentito parlare benissimo – racconta Giorgia De Bortoli –. In particolare, voglio ringraziare il Presidente Frizzarin e tutta la dirigenza per la fiducia dimostratami e la costante disponibilità. È vero, ho già esperienza di B1, ma sono ancora molto giovane e ho davvero tanta voglia di mettermi a disposizione della squadra. In campionato incontreremo formazioni competitive, alcune delle quali allestite per la A2. Sono sicura, però, che anche noi riusciremo a toglierci le nostre soddisfazioni >.
Nel ruolo delle centrali opereranno anche qui tre atlete molto giovani a cui è stata affiancata un’atleta di esperienza nonché ultimo colpo di mercato della società.
Clara Ramon e Francesca Volpin ( entrambe classe 1995 ) rappresentano due conferme; maturate in orbita Aduna, tra Casalvolley e Pool Volley, entrambe si sono affacciate giovanissime sul palcoscenico dei campionati maggiori: per Volpin l'esordio in B2 è arrivato nella stagione 2013-2014 tra le fila di Monselice Club Euganea (con cui ha vinto subito la Coppa Italia di categoria), mentre Ramon ha collezionato le sue prime presenze in Serie B l'anno seguente, indossando proprio la maglia di Aduna.
Nell’integrare il reparto ci saranno Valeria Pizzolato ( 1999 ) che nella scorsa stagione si è “ sdoppiata “ tra la B2 nelle file del Paese e l’Under 18 nel Le Ali Padova; e l’esperta Chiara Dall’Ora ( 1983 ) con alle spalle una lunga militanza in serie A1 e Serie A2.
Nelle sue nove stagioni di A (dal 2004 al 2013), Dall'Ora si è tolta la soddisfazione di vincere una Supercoppa Italiana (con Pesaro nel 2006) e soprattutto di centrare uno storico “triplete” (Scudetto, Coppa Italia e Coppa Cev) con la maglia di Busto Arsizio nel 2012. La scorsa stagione, invece, l'ha disputata tra le fila dell'Isuzu Cerea in B1, dove, però, è stata a lungo ferma per infortunio.
< Ringrazio la società e coach Trolese per la fiducia che hanno avuto in me nonostante i problemi fisici della scorsa stagione – afferma Chiara Dall'Ora –. Spero di tornare in campo quanto prima per aiutare la squadra, ma sono tranquilla, so di poter recuperare con calma perché in rosa abbiamo altre due centrali di alto livello. Sicuramente ci aspetta un campionato impegnativo, in cui non mancheranno i momenti di difficoltà, ma sono assolutamente positiva: la squadra è competitiva ed è stata costruita in maniera equilibrata. L'importante sarà crescere insieme, come gruppo, giorno dopo giorno, partita dopo partita. Senza porci grandi obiettivi. Poi alla fine tireremo le somme >.
Il quarto e ultimo innesto nella rosa dell’Aduna Padova 2016-2017 riguarda il libero Marta Scanavacca classe 1997 proveniente dal Bassano.
Sbocciata sotto “l'ala protettrice” della famiglia Malinov, nelle sue cinque stagioni in maglia Bruel, oltre alle esperienze maturate in B1 e C, svariati podi nazionali nei campionati giovanili, con la “chicca” dello scudetto Under 16 conquistato nel 2012.

< Sono davvero entusiasta di poter far parte di questo progetto – dichiara Marta Scanavacca –. Ringrazio Aduna, e in particolare il presidente Frizzarin e coach Trolese, per la fiducia che hanno riposto in me. Un grazie di cuore va anche al Bruel Volley Bassano e a tutti gli allenatori che in questi anni mi hanno permesso di crescere come atleta e come persona, trasmettendomi soprattutto la loro mentalità vincente. Lo scorso anno il mio rendimento è stato condizionato da alcuni problemi fisici, proprio per questo ho una grandissima voglia di tornare al meglio: per me stessa, per le mie compagne e per la società che ha creduto in me. Qui ho trovato subito entusiasmo e voglia di vincere, fattori assolutamente essenziali per fare bene la prossima stagione >. Sua compagna di reparto sarà Sara Avesani ( 1998 ) promossa in prima squadra dall’Under 18.
La chiosa finale spetta a coach Trolese che “ inquadra “ così gli acquisti di Dall’Ora, De Bortoli e Scanavacca < Con l’ innesto di Dall’Ora abbiamo voluto mettere un po' di esperienza in un gruppo di atlete molto giovani. Chiara rappresenta per me una garanzia, sono sicuro che si metterà a disposizione della squadra, aiutando a crescere anche le altre nostre centrali. Naturalmente cercheremo di recuperarla il prima possibile, ma senza sovraccaricarla: vogliamo che torni in campo in modo progressivo, così da poterci dare una mano a raggiungere il nostro obiettivo, che al momento è la salvezza. Per quanto concerne De Bortoli si tratta di un acquisto che “Giorgia è un acquisto che abbiamo voluto fortemente, perché dispone di buone doti tecniche sia in fase ricezione che in attacco. La decisione di puntare su di lei è nata anche dopo essermi confrontato con Lorenzo (Amaducci, ndr), che l'ha già allenata lo scorso anno e dunque conosce bene le sue qualità. Certo, vista la giovane età qualche peccato di inesperienza sarà inevitabile nel corso della stagione, ma siamo convinti di aver fatto la scelta giusta: è un profilo che si sposa perfettamente con il nostro progetto e potrà solo crescere da qui ai prossimi mesi. Per Marta vale un po' quanto già detto per De Bortoli: è un'atleta molto giovane, perciò rappresenta un tassello ideale all'interno del nostro progetto – conclude Gianluca Trolese –. L'anno scorso ha avuto una partenza altalenante, ma poi ha concluso la stagione in netta crescita. Credo che il fatto di affiancarle due buoni ricevitori le permetterà di lavorare con maggiore serenità, da subito. Ho avuto modo di scambiare qualche parola con lei nei giorni scorsi: mi è piaciuta molto per la sua umiltà, ha davvero tanta voglia di lavorare e di continuare a migliorarsi >.
ROSTER 2016-2017
PALLEGGIATRICI – Forzan – Facco – Canola. OPPOSTE – Mattiazzo –Gavin. SCHIACCIATRICI – DE BORTOLI – Conti – Fenice. CENTRALI – Ramon – Volpin – PIZZOLATO – DALL’0RA. LIBERI – SCANAVACCA – Avesani.

LA SORELLE RAMONDA MONTECCHIO SI CANDIDA QUALE MINA VAGANTE DEL GIRONE.
Seppur da una via se vogliamo così chiamarla “ secondaria “ ( la società montecchiese ha rilevato i diritti della B1 dal Rovigo ); la Sorelle Ramonda Montecchio dopo 13 campionati di fila in B2, ha coronato il sogno di accedere alla serie B1 e si candida ad essere la classica mina vagante del girone.
Nelle gerarchie estive e ragionando sui nomi e vari roster allestiti; nel girone < B >della B1 le quattro squadre friulane ( Atomat Udine, Martignacco, Talmassons e Trieste citate esclusivamente in ordine alfabetico ), partono avvantaggiate rispetto alla concorrenza nella corsa che da diritto alla promozione diretta ed alla post-season che premierà 3 club per raggruppamento; ma alle calcagna delle stesse un ruolo importante come detto potrebbe ritagliarselo proprio il Sorelle Ramonda Montecchio, anche se per la verità è destinato ad essere in nutrita compagnia.
Prendendo in esame le ultime tre stagioni di quarta serie nazionale della vicentina; dopo un secondo e terzo posto, la squadra ha chiuso al quinto la travagliatissima scorsa stagione che ha fatto purtroppo registrare anche la scomparsa dell’allenatore Giovanni Migliorini “coach “ delle due qualificazioni alla post-season.
Nell’andare a programmare la stagione 2016-2017 in casa montecchiese si è radicalmente voltato pagina; dopo aver – come già evidenziato – acquisito i diritti dal Rovigo; sono stati quasi rivoluzionati lo staff tecnico ed il parco giocatrici ( 9 nuovi acquisti in un roster di 12 ), col chiaro intento di dare una svolta a livello di mentalità generale, partendo ed allestendo uno staff tecnico che fa della professionalità l’arma principale finalizzato alla classica <voglia di fare bene >.
Il presidente del club Enilo Ziggiotto nella massima carica societaria da oltre vent’anni, si è affidato ad un direttore sportivo che conosce la categoria come le sue tasche, vale a dire Fausto Calzolari che tra l’altro è stato uno dei fondatori dello Spakka Volley Villa San Bartolomea ( società questa di B2 ) ed ha lavorato per tantissimi anni al Cerea Verona da dove sono arrivate con lui l’allenatore e tre giocatrici.
Iniziando con i vari nomi e ruoli, al timone della squadra è stato chiamato Marcello Bertolini ( nelle ultime tre annate al Cerea Verona ) che s’avvarrà dell’assistenza di Martino Volpini ( in passato allenato proprio da Bertolini ) e Marco Azzini con Andrea Copiello che ricoprirà le mansioni di scout man; mentre Jacopo Xontero curerà i rapporti con la stampa.
Dando un’infarinata veloce al roster della squadra, è stata confermata solo l’opposta titolare e con lei il terzo centro ed il secondo libero che sono ambedue prodotti del settore giovanile; per il resto tutto nuovo di trinca.
Nel ruolo di palleggiatrici si cimenteranno la mantovana cresciuta nella scuola del Curtatone Mantova, Beatrice Giroldi ( 1995 ) nelle ultime tre stagioni militante nell’Isernia; e Cristina Tachella ( 1997 ) prelevata dall’Antares Verona dove ha disputato il campionato regionale di serie C.
L’unica giocatrice di un probabile sestetto base ad essere stata confermata, come detto è stata l’opposta, vale a dire Greta Marcolina ( 1992 ) che dopo essere cresciuta nel Pordenone ed aver fatto la trafila a Vicenza ( dal 2007 al 2010 passando dalla serie D alla serie A2 ); ha già militato in B1 vestendo le maglie del Verona, Crespellano ed Asti e ora accinge ha disputare il suo quarto campionato con le bianco rosse.
Tutte new-entry sono le giocatrici che compongono il poker delle attaccanti di posto-4. Dal Cerea Verona è arrivata Deborah Lucchetti ( 1990 ) nello scorso campionato terza miglior realizzatrice del girone < B > con 359 realizzazioni ( alla pari di Coulibaly dell’Adro Monticelli e dietro a Dayana Kosareva del Bassano e Natalia Viganò della Pallavolo Don Colleoni approdate in serie A2 con le maglie della Sab Grima Irge e del Millenium Brescia ); dal Pinerolo ( e due anni or sono al Coveme San Lazzaro approdato alla post-season dove l’atleta in gara-2 a Chieri ci rimise un crociato ) è giunta invece Martina Povolo ( 1990 ); mentre dal Bassano è arrivata Clara Canton classe 1998; ha completare il reparto dalla società satellite della Pallavolo Est Volley Locara è giunta invece Martina Azzini classe 1998.
Due giocatrici di sicuro affidamento ed una giovane promessa cresciuta nel settore giovanile compongono invece il terzetto delle centrali.
Dal Cerea Verona è arrivata a Montecchio Fabiana Brutti ( miglior realizzatrice nel suo girone con 375 punti davanti a Papa dell’Atomat Udine e Gallizioli della Pallavolo Don Colleoni ) che dall’alto della sua non più giovanissima età ( è nata nel 1985 ) è da considerarsi un po’ come la < chioccia > del gruppo; dalla Vivigas Verona è stata invece ingaggiata Marianna Fiocco ( 1994 ) con la giovanissima ( classe 1999 ) Sofia Frison quale alternativa.
Tanto per non essere ripetitivi… sempre dal Cerea Verona è stato prelevato il libero Ylenia Pericati ( 1994 ) che comporrà il reparto con Anna DallaVecchia ( 1998 ) terza confermata per la nuova stagione e anch’essa cresciuta nel settore giovanile.
ROSTER 2016-2017
PALLEGGIATRICI – GIROLDI – TACHELLA. OPPOSTA – Marcolina. SCHIACCIATRICI – LUCCHETTI - POVOLO – CANTON – AZZINI. CENTRALI – BRUTTI – FIOCCO – Frison. LIBERI – PERICATI – Dalla Vecchia.

L’OSPITALETTO PUNTA AD UN TRANQUILLO CAMPIONATO DI TRANSIZIONE ED ALLA VALORIZZAZIONE DI DIVERSE GIOVANI.
Saranno sempre due le formazioni bresciane ai nastri di partenza della prossima B1. Al Seat Adro Monticelli che ha mantenuto la categoria, si è infatti aggiunta la matricola Volley Ospitaletto che in un certo senso va a “ rimpiazzare “ il Millenium Brescia neo promosso in serie A2.
La prima novità di rilievo della nuova stagione riguardante l’Ospitaletto del presidente Claudio Gogna e del ds Antonio Patti, riguarda il main sponsor che campeggerà sulle maglie da gioco delle atlete e del vario materiale tecnico.
La società nel prossimo campionato sarà infatti “ griffata “ Vinilgomma, azienda in Gussago specializzata nella produzione di tubi flessibili in gomma e acciaio inox. L’azienda fondata nel 1968 con la sua esperienza quarantennale si è specializzata in un range di prodotti che spaziano dalla bassa all’altissima pressione proponendo tubi che con diametri dai 5 ai 250 mm, tutti testati e realizzati esclusivamente con materiali certificati. Le competenze maturate la pongono fra i leader di settore.
Si tratta di una società ambiziosa che ha fra i suoi obiettivi quello della ricerca continua dello sviluppo e del miglioramento, punti in comune con il Volley Ospitaletto che hanno facilitato il raggiungimento dell’accordo di collaborazione per la stagione ventura.
La compagine bianco arancio nera iniziando col parlarvi della scorsa stagione, ha letteralmente vinto a mani basse il girone < B > della B2 chiuso con 71 punti all’attivo ( 8 in più della seconda Pallavolo Lecco Picco, 15 sulla terza Lurano e 21 sulla quarta Cinisello ), frutto di 25 vittorie, una sola sconfitta; 75 set vinti e solamente 17 persi. Alla vittoria del campionato bisogna inoltre aggiungere la medaglia d’argento nella final-four di coppa Italia alle spalle dell’Edil Ceccacci Moie, società questa che aveva organizzato la manifestazione.
< Nella stagione 2015-2016 pur senza annoverare atlete di un certo “ nome “ abbiamo vinto con merito il campionato – ci dice il ds Antonio Pattie siamo arrivati secondi in coppa Italia. Nell’arco di tutta la stagione agonistica abbiamo solamente “ sbagliato “ due partite; la prima col Lurano alla decima giornata, la seconda purtroppo nella finale di Coppa Italia. A far la differenza logicamente in positivo, è stato senza dubbio il nostro gruppo che alla stessa maniera dovrà trainarci verso l’obbiettivo della salvezza che abbiamo quest’anno. Siamo stati inseriti in un girone molto competitivo con diverse squadre attrezzate per puntare a vincere. Nel nostro organico a grandi linee riconfermato, abbiamo molte giovani di prospettiva e come ripeto, l’obbiettivo primario sarà la salvezza. Credo che come già avvenuto nella passata stagione, il gruppo potrà fare la differenza in tal senso >.
Iniziando a snocciolare i vari nomi che compongono il Vinilgomma Ospitaletto 2016-2017 e partendo dallo staff tecnico; questo è stato riconfermato in blocco. Alla guida tecnica della squadra ci sarà per la seconda stagione consecutiva Irene Bonfadini con Claudio Cristofori nelle vesti di assistente e Maurizio Negro come preparatore atletico. Andrea Inserivini sarà invece il fisioterapista e Sergio Damiola lo scout man.
Per ciò che riguarda le varie atlete, in orbita prima squadra oggi come oggi gravitano 15 giocatrici, tra cui 7 nuovi innesti ed una promozione dal settore giovanile.
Appena ventenni essendo entrambe nate nel 1996 ed ambedue nuove arrivate sono le palleggiatrici; si tratta di Simona Marini scuola Foppapedretti, nelle ultime due stagioni a Lurano e Brembo ( B2 ) e Alice Pezzotti proveniente da un campionato di serie D disputato nelle file del Bedizzole.
Sempre dal Brembo arriva una delle tre opposte in organico, sui tratta di Sara Gotti ( 1992 ) che farà reparto con le più giovani Chiara Arici ( 1996 ) e Camilla Bonardi ( 2000 ) entrambe riconfermate.
Nella batteria delle attaccanti di posto-4 si registrano due nuovi innesti e altrettante riconferme. Tra quest’ultime Erika Pionelli ( 1991 ) e Nicole Castellini ( 1994 ); mentre le new-entry rispondono ai nomi di Stephanie Baldassarre ( 1989 ) dalla Pallavolo Don Colleoni e Ludovica Montesi che nonostante la sua giovane età ( classe 1997 ), dopo essere uscita dalla scuola-Orago, è reduce da due stagioni di serie A2 nel roster della Saugella Monza neo promossa in serie A1.
Il ruolo delle centrali annovera la più “ vecchia” del gruppo bresciano; si tratta di Francesca Ferrara ( 1985 ) che dopo aver militato a lungo nel Millenium Brescia, si accingerà a disputare il quarto campionato consecutivo nelle file dell’Ospitaletto. Sue compagne di reparto sono Michela Montanari ( 1992; alla sesta stagione in maglia ospitalettese ) e Federica Berlassini ( 1993 ); per quest’ultima si tratta di un ritorno a Ospitaletto dopo 3 campionati di fila giocati a Monticelli Brusati gli ultimi due in B1.
Nel ruolo di libero è stata riconfermata Alexia Scala Pontil ( 1995 ) che sarà affiancata da Federica Castellini ( classe 2001, sorella di Nicole ) promossa dal settore giovanile.
Un ruolo importante potrebbe inoltre ritagliarselo l’universale Tiziana Lancini ( 1992 ) in arrivo da un campionato di serie C disputato nelle file del Gussago.
ROSTER 2016-2017
PALLEGGIATRICI – MARINI – PEZZOTTI. OPPOSTE – GOTTI – Arici – Bonardi. SCHIACCIATRICI – MONTESI – BALDASSARRE – Pionelli – Castellini Nicole. CENTRALI –BERLASSINI – Montanari – Ferrara. UNIVERSALE – LANCINI. LIBERI – Scala Pontil – CASTELLINI FEDERICA.

LO STUDIO ATA TRENTO PROSEGUIRA’ NELLA VALORIZZAZIONE DELLE GIOVANI CON L’OBBIETTIVO DELLA PERMANENZA IN CATEGORIA.
Lo Studio Ata Trento della presidentessa Emanuela Conforti anche nella prossima stagione continuerà sulla linea tracciata lo scorso campionato.
Dopo aver disputato un signor torneo da matricola della categoria nella stagione 2015-2015, impreziosito dalla medaglia d’argento in coppa Italia dietro l’Orvieto e davanti al Porcia ed il Chieri 76; la società bianco nera nella scorsa stagione si è rifatta quasi completamente il trucco, lasciando partire molte atlete di esperienza rimpiazzandole con diverse giovani che affiancate da alcune giocatrici più navigate, hanno centrato l’obbiettivo stagionale che era quello della salvezza.
Per la stagione 2016-2017 ormai alle porte, il sodalizio atino ha deciso di non cambiare la strada appena intrapresa, mettendo nel mirino lo stesso obbiettivo della scorsa stagione unitamente alla valorizzazione di molte giovani; alcune di queste possono già vantare nel proprio bagaglio un anno di esperienza in serie B1; alcune altre verranno gradualmente inserite dal settore giovanile .
La guida tecnica della squadra è invariata ormai da un decennio e fa capo a Marco Mongera come capo allenatore che s’avverrà ancora della collaborazione di Alessandro Zucchelli nelle vesti di secondo e di Nicolò Casagranda che necessitando di fare esperienza, si cimenterà nel ruolo di aiuto allenatore.
L’ attuale roster della squadra è attualmente composto da 12 elementi; di questi 5 sono i nuovi innesti ( uno proveniente dal settore giovanile ), e 2 sono invece le atlete che si stanno rimettendo in sesto dopo un serio infortunio al ginocchio rimediato durante la scorsa stagione, cioè la schiacciatrice Zapryanova e la centrale Nahum.
Il reparto che ha subito più variazioni è certamente quello delle palleggiatrici; con Elisa Morolli passata al Cus Torino, e la giovane Valeria Deanesi che per motivi di studio ben presto si trasferirà altrove; Mongera è stato gioco forza costretto ad ingaggiare una nuova coppia di registe.
La maglia di titolare spetterà certamente alla palleggiatrice padovana Lisa Zecchin ( 1992 ) reduce da un triennio in serie A1 con le maglie di Urbino e Montichiari seppur sempre nelle vesti di rincalzo.
In alternativa ci sarà la giovanissima Ester Serafin ( classe 2001 ) proveniente dal Valdimagra Volley e trasferitasi a Trento per studi.
Il ruolo delle schiacciatrici annovera cinque elementi, uno dei quali dovrà andare a ricoprire il ruolo di opposta lasciato vacante da Francesca Festi ( l’ultima delle illustri partenze dopo quelle di Bogatec, Prandi, Pistolato e Mezzi due campionati or sono, e quella del libero Maggipinto che dopo essere arrivata a stagione in corso nel passato campionato è approdata per il prossimo ad Olbia in A2 ) che andrà a disputare il massimo torneo portoghese.
Tra queste cinque, tutte riconfermate; tre possono già vantare un po’ più d’ esperienza e sono Teresa Paoloni, Chiara Bottura ( entrambe classe 1993 ) e Chiara Pedrotti ( 1998 ). A loro si devono aggiungere le più giovani Silvia Ianeselli ( 2000 ) e Stefany Zaprianova ( 2001 ), quest’ultima e come già detto ormai in via di recupero.
Al centro in attesa anche qui del pieno ritorno all’attività di Nora Nahum ( 2000 ), non è che ci si possa sbagliare per comporre il duo da mandare in campo, in quanto a disposizione dell’allenatore ci sono solamente la nuova arrivata Jessica Brugnara ( 1991, dal Coredo di B2 ) e la riconfermata Beatrice Filippin ( 1994 ).
Nuova di zecca è anche la coppia di liberi; reduce dalle annate al Volley Group Roma e Aprilia ( qui nel passato campionato ) è giunta a Trento Silvia Lanzi ( 1994 ) che si giocherà il posto con la giovanissima classe 2000 Rebecca Eccel promossa dal settore giovanile.
Come sua consuetudine, con grande disponibilità e senso di realismo, l’allenatore Marco Mongera fa il punto attuale della situazione indicandoci gli obiettivi: < Anche per il prossimo campionato puntiamo su una squadra giovane supportata da qualche elemento di esperienza cercando di ottenere la salvezza con un po’ di anticipo sulla fine del campionato. Il nostro obiettivo principale è inoltre quello di far crescere le giovani leve del vivaio. Lo scorso anno abbiamo inserito Katarina Bulovic (anno 2002) come titolare in B1 e quest’anno abbiamo avuto la grossa soddisfazione di vederla chiamata nel Club Italia. Se avessimo voluto provare a vincere il campionato avremmo trattenuto diverse altre giocatrici ma riteniamo che in Trentino una serie A sia più che sufficiente e riteniamo che il nostro lavoro sia quello di creare giocatrici di valore ( vedi Raphaela Folie ) prelevandole dal giovanile. Prevedo un’annata dura ma conto in una crescita generale del gruppo durante la stessa >.
ROSTER 2016- 2017
PALLEGGIATRICI – ZECCHIN – SERAFIN. SCHIACCIATRICI – Paoloni – Bottura – Ianeselli – Zapryanova – Pedrotti. CENTRALI – BRUGNARA – Filippin – Nahum. LIBERI – LANZI – ECCEL.


DOPO UN CAMPIONATO STREPITOSO, L’ALTINO PUNTA AD UNA TRANQUILLA SALVEZZA.
Una delle squadre che rappresenta i paesi più piccoli italiani di tutta la serie B1 ( l’altra è il Lurano inserita nel gruppo < A > ), è certamente l’Altino che vanta poco più di tremila abitanti.
La compagine abruzzese della provincia di Chieti, sponsorizzata dalla Costruzioni Papa con lo stesso Aniello Papa nelle vesti di presidente del club bianco rosso; dopo aver vinto, per meglio dire stravinto, lo scorso campionato di Serie B2 con all’attivo 21 vittorie e una sola sconfitta ( 2-3 a Scafati che ironia della sorte a determinato il matematico salto di categoria ), chiuso con qualcosa come 10 punti di vantaggio ( 63 a 53 ) sulla seconda Due Principati Baronissi anch’esso promosso in terza serie nazionale via play-off; e ben 20 sulla prima squadra fuori dalla zona verde; si accinge per la prima volta nella sua storia a disputare il campionato di serie B1 con il dichiarato obbiettivo di centrare una più possibile tranquilla salvezza.
Andare a modificare radicalmente un organico che nella passata stagione ha fatto letteralmente sfracelli, sarebbe stato certamente fuori luogo e inopportuno, e la società con in testa il ds Pino De Nobili; in modo molto giusto oculato a optato per una conferma in blocco di un parco giocatrici alcune delle quali già con esperienza di B1, vedi la palleggiatrice Calista, il posto-4 Spagnoli ed il libero Ballarini che dopo un biennio a Pescara ( vinta la B2, tranquilla salvezza in B1 ) si accingono a disputare il secondo campionato con la maglia dell’Altino.
In un roster già definito e comprendente 12 giocatrici, sono dunque 8 le atlete riconfermate e 4 i nuovi innesti; uno per reparto escluso il libero.
Alla guida tecnica della squadra è stato logicamente confermato Simone Di Rocco con Mattia De Angelis ( nella prima parte dello scorso campionato a Pescara in B1 ) nelle vesti di assistente e Fation Dervishi ( anche lui giunto da Pescara ) nel ruolo di scoutman.
L’organico di una compagine che come detto cercherà di centrare l’obbiettivo salvezza, è numericamente ben assemblato e comprende due palleggiatrici, altrettante opposte; quattro schiacciatrici di banda, tre centrali ed un libero.
In cabina di regia opererà Stefania Calista ( 1987 ) con la giovane Carlotta Simoncini ( 1998 ) prelevata dal Team 80 Gabicce ( B2 ) come cambio.
Piuttosto giovani sono le due atlete che si cimenteranno nel ruolo di opposta con la maglia da titolare che se la contenderanno la riconfermata Camilla Orazi ( 1994 ) e l’altra new-entry Federica De Toma ( 1991 per 187 centimetri ), nativa di Barletta e nella passata stagione a Cerignola in B2.
Il colpo più ad effetto del mercato altinese è rappresentato dall’ingaggio della forte giocatrice Valentina Montenegro ( 1987 ) sdoppiatasi nello scorso torneo con le casacche del Maglie prima e dell’Acca Montella Avellino poi.
Sua compagna di reparto e di pari età sarà la riconfermata Chiara Spagnoli con le più giovani Elena Robazza ( 1990 ) e Morena Simeone ( 1997 prodotto del settore giovanile ) in alternativa e quest’ultima all’occorrenza possibile palleggiatrice.
A dar peso al reparto delle centrali è arrivata Gemma Vescovi ( 1991 ) che prima di trasferirsi all’estero per studi, nella passata stagione ha militato nelle file del San Giustino in B1; l’altra maglia da titolare presumibilmente se la contenderanno invece le riconfermate Lisa Mancini ( 1989 ) e Alessia Montechiarini ( 1994 ) rispettivamente al secondo e terzo campionato in bianco rosso. Infine il roster è completato dal libero Moana Ballarini ( 1987 ).
< Abbiamo praticamente mantenuto invariata l’ossatura della squadra dello scorso anno che è stata autrice di un campionato strepitoso. – dichiara il sempre disponibile allenatore Simone Di Rocco - La società ci teneva a confermare in blocco le atlete e io ne sono ben contento di questo. Il fiore all’occhiello se vogliamo è rappresentato dall’arrivo di Valentina Montenegro che con Spagnoli andrà a comporre un reparto di posto-4 di affidamento. Nel mio roster ci sono però diverse giocatrici che hanno già maturato esperienze di B1 e questo potrà darci una grossa mano nel raggiungimento del nostro obbiettivo che si chiama salvezza. Siamo consapevoli di essere stati inseriti in un girone durissimo, cercheremo però con ogni nostra forza di centrare il traguardo stagionale >.
ROSTER 2016-2017
PALLEGGIATRICI – Calista – SIMONCINI. OPPOSTE – Orazi – DE TOMA. SCHIACCIATRICI – MONTENEGRO – Spagnoli – Robazza – Simeone. CENTRALI – VESCOVI – Mancini – Montechiarini. LIBERO – Ballarini.

LA MATRICOLA SCAFATI PUNTA ALLA PARTE SINISTRA DELLA CLASSIFICA
Una delle società al via della prossima B1 avendo acquisito ( per meglio dire invertito con il sodalizio toscano del Cecina ) i diritti è lo Givova Scafati. La compagine gialloblù completa così in pochi anni un doppio salto di categoria che la riporta, dopo l’ottima seconda parte dello scorso campionato, nel gotha del volley nazionale.
E’ il presidente onorario della società, Professor Michele Buonfiglio a farci subito il punto della situazione: < Cinque anni fa – era il giugno 2011-, quando fummo chiamati a rivedere le politiche sportive societarie per il successivo quinquennio, a nome della Associazione promisi alla Città ed al movimento pallavolistico Scafatese – da me fondato nel 1967 – che con lavoro, serietà, professionalità e dedizione saremmo ben presto ritornati nella maggiore serie cadetta, a ricalcare i parquet che per oltre un decennio ci hanno visti protagonisti.
Oggi sono ben lieto di poter dire che grazie ai nostri partner, a Givova ed al lavoro encomiabile di un gruppo di dirigenti, tecnici ed atlete di prim’ordine abbiamo mantenuto – ancora una volta- le nostre promesse >.
La società presieduta da Pasquale Villani, con il figlio Antonio che ricopre il ruolo di direttore sportivo e addetto stampa; dopo aver chiuso al quarto posto lo scorso campionato di B2 ( 43 punti totali; 16 + 27 ), ed essere stata anche l’unica squadra a sconfiggere ( 3-2 con un 17-15 al quinto set ) l’Altino Chieti che in terra campana si è vista interrompere la serie di 23 vittorie consecutive; si ripresenta in terza serie in punta di piedi ma con le idee ben chiare, e cioè con l’intento di disputare una stagione di medio-alta classifica in un girone ( il < D > ) che come tradizione si preannuncia molto competitivo e livellato verso l’alto.
Il sodalizio gialloblu riparte da una coppia di allenatori collaudata che aveva già lavorato insieme facendo bene a Pontecagnano, vale a dire l’argentino di Santa Fè ma salernitano d’adozione Sergio Daniel Meneghetti subentrato in corsa nella passata stagione; e con lui Roberto Baldi che ricoprirà anche il ruolo di scout man.
< Sono onorato di far parte di una società come la Givova Scafati dopo l’avventura della scorsa stagione in B2 durante la quale abbiamo sfiorato i play-off – afferma Meneghetti - Quest’anno ci sarà da lavorare ancora di più; la squadra è già tanto motivata a con voglia di raggiungere i migliori obiettivi. Come sempre darò il mio massimo per raggiungerli >. Logicamente sulla stessa lunghezza d’onda è Roberto Baldi tecnico giovanissimo di scuola Cogemal: < Sono felicissimo di far parte di questa avvincente avventura che si prospetta per me come una grande opportunità di crescita. Ci tengo a ringraziare la Società, il Presidente e Sergio (Meneghetti) per la fiducia che hanno riposto in me. Non vedo l’ora di cominciare e di contribuire col mio lavoro ai risultati di squadra >.
Il roster delle giocatrici è attualmente composto da 11 atlete ( 3 hanno vinto gli scorsi play-off di B2 col Baronissi, più in generale 6 di un ipotetico sestetto più il libero, invece quelle che hanno già militato in serie A2 e abituate a tornei di vertice ), che però potrebbero diventare 12 prima dell’inizio delle partite che contano; c’è infatti una casella vacante che potrebbe riguardare l’ingaggio di una quarta schiacciatrice oppure di una quarta centrale.
E’ lo stesso ds Antonio Villani a fare chiarezza in merito: <Abbiamo allestito un roster in maniera intelligente e ci poniamo come obbiettivo quello di disputare un campionato di media alta fascia pur con la consapevolezza che sono molte le squadre che ambiscono a questo. Siamo tutt’ora attenti all’evolversi del mercato e potremo ancora inserire una pedina che ci permetta di puntellare o migliorare l’organico che già così com’è da delle buone garanzie. La nostra fortuna se vogliamo chiamarla così; deriva dal fatto che nel nostro roster ci sono giocatrici intercambiabili nei ruoli e questo ci permette di fare le nostre valutazioni con calma e serenità >.
Tradotto in numeri e ruoli, lo Scafati 2016-2017 è attualmente composto da due palleggiatrici; un’opposta; tre schiacciatrici, altrettante centrali e due liberi.
Prima di iniziare a scorrere i nomi delle varie atlete; l’ultimo probabile innesto scafatese è un po’ legato al ruolo che andrà a ricoprire Michela Ricciardi, un passato anche in A2 a Pontecagnano ( 2011-2012 ) e Caserta ( 2014-2015 ); arrivata a stagione in corso nel passato campionato dal Pavia, e tra le maggiori artefici della scalata dal quint’ultimo posto di fine andata al quarto di fine stagione.
Michela come ruolo naturale è una centrale, però in carriera a già giocato come schiacciatrice-ricevitrice; con ogni probabilità se la giocatrice sarà confermata in posto-3 arriverà una banda; viceversa che coach Meneghetti deciderà di schierata in quattro.
C’è anche la possibilità di un’alternanza di ruoli ( che potrebbero inoltre riguardare Pericolo e Valdes Peres con la prima che è un’opposta, dirottata in quattro e fuori ricezione, e la seconda spostata in due che riceve ); ed allora la scelta potrebbe diventare un po’ più complessa e da ben ponderare.
Iniziando con nomi e ruoli; di grande esperienza e assoluta garanzia sono le due palleggiatrici. Si tratta della nuova arrivata Elisa Peluso classe 1978 nel 2013-2014 a Rovigo in A2 e nelle due successive stagioni una prima parte a Brindisi ( prima del ritiro della società dal campionato ) per poi approdare a stagione in corso all’Idea Volley Bologna dove a anche militato nel passato campionato centrando la qualificazione ai play-off.
Sua compagna di reparto sarà invece la riconfermata Anna Elisa Villani classe 1987 e da 12 stagioni in maglia gialloblu impreziosita da 144 presenze in B1.
Nel ruolo di opposta si cimenterà quell’atleta che è un po’ da considerarsi come l’icona del movimento pallavolistico campano; si tratta della giocatrice nativa di Avellino, Anna Pericolo ( 1981 ) espertissima della categoria che calca ormai da 15 stagioni e una ( forse la principale, non me ne vogliano le altre ) tra le protagoniste della doppia promozione del Baronissi dalla serie C alla B1 nel giro di due stagioni.
Il terzetto delle giocatrici di posto-4 è molto ben variegato e dovrebbe appoggiarsi principalmente sulla cubana con passaporto italiano ( ha sposato un salernitano ) Lisandra Valdes Peres ( 1988 per 189 centimetri ), risultata MVP del ruolo nello scorso campionato di B2.
A comporre il duetto delle titolari ci sarà Graziana Caputo che nonostante la giovane età ( è nata nel 1993 ) può già vantare nel suo curriculum due campionati di A2 nel San Vito ( dal 2010 al 2012 ); nelle due successive stagioni a invece militato in B1 con Bari e nuovamente San Vito prima di “ sdoppiarsi “ nella scorsa annata tra Terracina ( B1 ) e Baronissi ( B2 ).
Come rincalzo e dopo essersi guadagnata la riconferma a suon di buone prestazioni ci sarà invece la giovanissima classe 1997 Maria Erra arrivata a Scafati nello scorso mercato invernale dall’Accademia Benevento ( B2 ).Nel reparto delle centrali oltre alla già citata Michela Ricciardi ( 1991 ) ed il ritorno ( da Marsala ) a Scafati dove aveva già militato nel 2012-2013 di Valentina Salzano ( 1990 ); il pezzo da novanta è rappresentato dall’ingaggio di Stefania Abbruzzo ( 1978 ) che con Pericolo ha scritto pagine indelebili nella storia del Pontecagnano ( dove ha militato in A2 nella stagione 2009-2010 ) ed è reduce da due promozioni consecutive col Baronissi. Per lei nel lontano 2000-2001 anche una militanza in A1 nella Teodora Ravenna.
Di sicuro affidamento sarà anche la coppia dei liberi; dopo da quattro campionati di A2 nelle ultime cinque stagioni ( dal 2009 al 2012 a Forlì; nel 2012-2013 a Soverato ), e la parentesi di Napoli la passata stagione, è giunta a Scafati Jessica Moretti ( 1989 ) che sarà affiancata dalla giovanissima classe 1998 Francesca Marra campionessa regionale Under 18 col Caserta e anch’essa approdata a Scafati nell’ultima sessione di mercato.
ROSTER 2016-2017
PALLEGGIATRICI – PELUSO – Villani. OPPOSTA – PERICOLO. SCHIACCIATRICI – CAPUTO – Valdez Peres Lisandra – Erra. CENTRALI – Ricciardi – ABBRUZZO – SALZANO. LIBERI – MORETTI – Marra.